Ferrari FXX-K Evo: nuovo pacchetto innovativo

Una vettura che segna un passo importante all’interno del Programma XX iniziato nel 2005.

Autodesk VRED Design 2016
Svelata durante le Finali Mondiali la nuova Ferrari FXX-K Evo disponibile in produzione estremamente limitata oltre che come pacchetto evolutivo per gli esemplari già esistenti. Una vettura che segna un passo importante all’interno del Programma XX iniziato nel 2005 con auto appositamente concepite per prendere parte all’innovativo percorso di ricerca e sviluppo voluto dalla casa di Maranello.

Come per le versioni Evo della FXX e 599 XX, il pacchetto della Ferrari FXX-K Evo applica i concetti innovativi derivati dalla esperienza maturata in pista nelle categorie nelle quali Ferrari è coinvolta: Formula 1, GT3, GTE e Challenge, il celebre monomarca che quest’anno festeggia i suoi 25 anni di attività.

ferrari-fxx-k-evo-01.jpg

Come tutte le vetture “XX”, la FXX-K Evo non è omologata per l’utilizzo stradale e non è previsto alcun impiego nelle competizioni al di fuori del programma a loro dedicato. Per questo motivo è destinata a pochi e selezionati clienti Ferrari interessati a condividere, insieme ai tecnici di Maranello, lo sviluppo di tecnologie all’avanguardia.

Il peso della vettura è stato ridotto, grazie all’esperienza acquisita in F1 e all’utilizzo del carbonio. Migliorata anche l’aerodinamica, risultato di oltre un anno di simulazioni CFD e di test in galleria del vento, ora i carico aerodinamico è molto simile a quello delle vetture impegnate nei campionati GT3 e GTE. Una soluzione che permette maggiori accelerazioni laterali in curva e una migliore stabilità. Il livello di carico è stato aumentato utilizzando un’ala fissa a profilo biplano sul retrotreno. Il valore del carico arriva a 640 kg a 200 km/h e supera gli 830 kg alla velocità massima della vettura.

ferrari-fxx-k-evo-02.jpg
Le nuove strutture di flusso hanno richiesto un nuovo paraurti posteriore, mentre il condotto di scarico dai passaruota posteriori è stato incrementato per creare un totale svuotamento del volume dietro le ruote e un’efficace canalizzazione della scia. Rivisti anche i paraurti e i fondi anteriori per ben bilanciare la forza verticale. Anche la geometria dei fianchetti del paraurti anteriore è stata modificata scavando le superfici al di sotto dei proiettori. Un intervento che ha permesso di alloggiare una coppia di flick interrotti da una bandella verticale con scarico laterale davanti alle ruote anteriori. L’effetto suolo è stato potenziato con l’introduzione di generatori di vortici sul fondo.

Nuovo design delle prese freni anteriori che migliorano la loro efficienza grazie ad un nuovo disegno della presa d’aria. Riviste anche le sospensioni con una taratura specifica realizzata in base ai nuovi valori di efficienza aerodinamica.

ferrari-fxx-k-evo-04.jpg

Di impronta marcatamente racing gli interni con un volante concettualmente diverso derivato dal mondo della Formula 1 con le leve cambio integrate e il manettino del KERS per un maggior controllo del sistema ed una migliore ergonomia. Display da 6,5” a destra del pilota per visualizzare le riprese della telecamera posteriore e controllare i dati del un nuovo sistema di telemetria, insieme a tutti i parametri legati alla performance ed allo stato della vettura. Il pilota può verificare lo stato del sistema KERS e i tempi che sta realizzando.

La FXX-K EVO, dopo aver sostenuto circa 5000 km di sviluppo e 15000 km di test di affidabilità, sarà una delle protagoniste del Programma XX per la stagione 2018/2019. Nove gli appuntamenti previsti, da inizio marzo a fine ottobre, ai quali si aggiungerà il celebre fine settimana delle Finali Mondiali al termine di ciascuna stagione sportiva.

ferrari-fxx-k-evo-03.jpg

  • shares
  • Mail