Audi A7 Sportback 2018: stile e tecnologia al top [Video]

Audi ha presentato ad Ingolstadt la nuova A7 Sportback, un concentrato di tecnologia che arriverà in Italia a marzo 2018.

In quest'autunno da tutti definito come la stagione dei SUV, arriva una bella berlina di grandi dimensioni come la Audi A7 Sportback, presentata in anteprima ad Ingolstadt tre mesi dopo l'ammiraglia A8. Se quest'ultima è caratterizzata da un design moderno ma fedele ai dettami del Marchio tedesco, la A7 Sportback di seconda generazione evolve il design già innovativo della prima serie, tracciando il percorso stilistico delle Audi del futuro.

Ad eccezione del passo incrementato di 2 cm (292 cm totali) rispetto al modello che va a sostituire sono rimaste invariate le dimensioni pari a 497 cm di lunghezza, 191 di larghezza e 142 di altezza. A guadagnarci è lo spazio interno soprattutto nella zona posteriore, con il bagagliaio che pur rimanendo a 535 litri (1390 con sedili abbattuti), ora è più sfruttabile in larghezza. Le linee fluenti degli esterni, figlie del nuovo linguaggio di progettazione digitale e 3D dell'Audi Design Center di Ingolstadt, delineano la parte anteriore con un cofano molto allungato, donando fascino ad un frontale dove spicca la griglia single-frame allargata rispetto alla prima serie.

Oltre alla nuova griglia protesa verso il basso, il muso è caratterizzato da gruppi ottici leggermente più sottili sopra le ampie prese d'aria nel paraurti. Il risultato è quello di una grande berlina grintosa e dinamica, sulla quale i tecnici Audi introdotto un bel po' di sportività. Le linee pulite delle fiancate vanno ad unirsi ai gruppi ottici anteriori come a quelli posteriori a sviluppo orizzontale, che caratterizzano il retro della vettura dove è presente anche lo spoiler posteriore retrattile che esce una volta raggiunta la velocità di 120 km/h.

Ma il verso passo in avanti rispetto alla A7 Sportback prima serie è dentro l'abitacolo quasi da concept, dove la qualità dei materiali e la presenza di tutte le novità tecnologiche si coniugano con uno stile hi-tech che si sposa perfettamente con il claim aziendale "all'avanguardia della tecnica". 

Il numero di pomelli e pulsanti è ridotto al minimo, plancia e schermo centrale da 10,1 pollici sono orientati verso il guidatore, che può tenere tutto sotto controllo anche attraverso il display da 12,3 pollici dietro al volante, anch'esso ad alta risoluzione. Un po' più in basso, in questa seconda serie, compare anche un terzo monitor da  8,6 pollici che prende il posto di pulsanti e levette, facendo da contenitore per i comandi tattili con cui si possono gestire le funzioni del sistema MMI touch. In alternativa, la A7 Sportback offre la possibilità di usare i comandi vocali. Fra i 39 sistemi di ausilio alla guida spiccano l'Audi AI remote parking pilot che permette di parcheggiare da remoto l'auto in un posteggio o nel garage attraverso l'app myAudi.

Anche a livello meccanico l'Audi A7 Sportback gioca pesante con il sistema delle quattro ruote sterzanti,il differenziale posteriore con torque vectoring abbinato all'electric chassis platform (ECP), in grado di controllare anche sospensioni e sterzata. Quattro sono le sospensioni disponibili: a molle e ammortizzatori, sportive ribassate di 10 mm, pneumatiche a controllo elettronico e pneumatiche autolivellanti. I cerchi arrivano fino a 21 pollici di diametro.

Al lancio il motore disponibile è un V6 di tre litri TFSI a benzina, capace di erogare 340 CV con coppia massima di 500 Nm che permette all'Audi A7 55 TFSI di coprire lo 0-100 km/h in 5,3 secondi, mentre la velocità massima è autolimitata a 250 km/h. Il motore a benzina è inoltre abbinato da un sistema ibrido leggero a 48 volt che recupera energia in frenata e facilita il veleggiamento a velocità costante. I consumi dichiarati sono pari a 6,8 l/100 Km. In Germania, il lancio commerciale della nuova Audi A7 Sportback è previsto per febbraio 2018, con prezzo a partire da 67.800 euro, mentre in Italia arriverà a marzo 2018.

  • shares
  • Mail