Incidente stradale: guardrail difettoso, chi paga?

Chi deve risarcire in caso di incidente stradale per guardrail difettoso, danneggiato o rotto?

Chi deve risarcire in caso di incidente stradale per guardrail difettoso, danneggiato o rotto? Come sempre è stata la Cassazione a fare chiarezza con l’ordinanza n. 22801/17 dello scorso 29 settembre. Come ci racconta il sito laleggepertutti.it, come indicato nella sentenza degli ermellini, è l’ente proprietario che deve risarcire gli automobilisti per l’omessa manutenzione del guardrail quando sia esso stesso stato la causa primaria del danno provocato dall’automobilista.

Se la barriera laterale è difettosa e ferisce l’automobilista o il motociclista, questi hanno diritto al risarcimento, che si tratti del Comune, della Regione, dell’Anas o dello Stato. Infatti, l’ente che gestisce il tratto di strada in questione deve prontamente provvedere alla sua manutenzione e non quando il danno è ormai compiuto. Come l’asfalto, i muri di contenimento, le recinzioni, anche il guardrail deve essere sempre a norma.

La Cassazione ha sottolineato che l’ente locale deve predisporre la sua manutenzione:

“sia perché possa continuare ad assolvere efficacemente alla sua funzione, alla quale altrimenti verrebbe meno se a causa degli urti o dell’incuria fosse interrotto o scivolasse ad una altezza insufficiente a contenere efficacemente un eventuale impatto, sia perché non diventi, in sé, un elemento potenzialmente pericoloso per gli utenti della strada, ove sia interrotta o esposta dal lato tagliente”.

Ultime notizie su Sicurezza

Sicurezza

Tutto su Sicurezza →