Smog in Lombardia, dal 1 ottobre ferme anche le Diesel Euro 3

Per migliorare la qualità dell’aria la Regione Lombardia anticipa di 15 giorni il blocco alle auto più inquinanti. Non circolano le diesel Euro 3.

Tornano i blocchi al traffico veicolare in Lombardia per ridurre lo smog e migliorare la qualità dell’aria. Con la delibera di Giunta regionale n. 7095 del 18 settembre 2017 la Regione Lombardia ha fissato nel 1 ottobre 2017 il giorno di inizio delle misure antismog, che dureranno fino al 31 marzo 2018.

Ci sono alcune novità rispetto al passato, oltre all’anticipazione di 15 giorni dell’entrata in vigore del piano di limitazione del traffico. Ad esempio il fatto che il blocco interessa anche le automobili diesel Euro 3.

Il blocco delle Euro 3 diesel riguarda i comuni dell’hinterland milanese sopra i 30 mila abitanti, in Fascia 1 e 2 (per un totale di 570 Comuni, con una popolazione pari a 23 milioni di residenti), dal lunedì al venerdì (festività infrasettimanali escluse), dalle ore 8:30 alle ore 18:30.

Le altre limitazioni, già messe in atto negli anni scorsi, continuano ad applicarsi, dal lunedì al venerdì, dalle 7:30 alle 19:30, ai seguenti veicoli:

  • Auto a benzina Euro 0
  • Auto diesel Euro 0, Euro 1, Euro 2
  • Motocicli e ciclomotori a due tempi Euro 1 (solo Comuni in Fascia 1)

I motocicli e ciclomotori a due tempi Euro 0 non possono già circolazione su tutto il territorio regionale,tutto l’anno, 24 ore su 24.

Il fermo della circolazione non si applica:

  • sulle autostrade
  • sulle strade di interesse regionale R1
  • nei tratti di collegamento tra questi due tipi di strade e gli svincoli autostradali ed i parcheggi posti in corrispondenza delle stazioni periferiche dei mezzi pubblici

Possono circolare sempre:

  • veicoli elettrici leggeri da città
  • veicoli ibridi e multimodali
  • micro veicoli elettrici ed elettroveicoli ultraleggeri
  • veicoli muniti di impianto, anche non esclusivo, a gas naturale o gpl, per dotazione di fabbrica o per successiva installazione
  • veicoli alimentati a gasolio, dotati di efficaci sistemi di abbattimento delle polveri sottili, per dotazione di fabbrica o per successiva installazione, omologati ai sensi della vigente normativa (ad es. FAP)
  • veicoli di interesse storico o collezionistico
  • veicoli classificati come macchine agricole
  • motoveicoli e ciclomotori dotati di motore a quattro tempi anche se Euro 0 o pre Euro 1
  • veicoli muniti del contrassegno per il trasporto di portatori di handicap ed esclusivamente utilizzati negli spostamenti del portatore di handicap stesso

Chi verrà beccato a circolare con un veicolo non ammesso rischia una multa dai 75 ai 450 euro.

Il blocco si applicherà su due livelli “al verificarsi del superamento continuativo del limite giornaliero per il PM10 (50 μg/m3) registrato dalle stazioni di riferimento per più di 4 giorni (1° livello) o per più di 10 giorni (2° livello)“. La verifica sarà effettuata il lunedì e il giovedì e le misure temporanee entrano in vigore dal giorno successivo al controllo.

A queste misure si aggiunge un’altra novità: grazie alle telecamere installate negli ultimi tre anni in decine di Comuni lombardi, le autorità potranno scoprire chi non è in regola con la revisione.

Le telecamere e terminali in dotazione ai Comandi di Polizia locale, installate originariamente per monitorare l’ingresso e l’uscita delle automobili per fini di sicurezza, verranno usate anche per fini fiscali e, secondariamente, ambientali.

Credit Foto: Flickr

Ultime notizie su Traffico e meteo

Tutto su Traffico e meteo →