Baidu investe 1.5 miliardi di dollari nella guida autonoma

Si chiama progetto Apollo e convergerà circa 100 progetti per la guida autonoma nei prossimi tre anni

Il settore, o meglio, il mondo della guida autonoma sta attraendo sempre più investitori provenienti da mondi che, apparentemente e concettualmente non rientrano all’interno di quel settore specifico. O almeno così si poteva pensare in passato, fino a quando l’interesse dei colossi di settore – Alphabet Google in primis – è diventato preponderante.

Indubbio che l’esposizione al pubblico dominio di un certo tipo di investimento sia una fase non più embrionale di un certo tipo di discorso o sviluppo. Ecco perchè non sorprende leggere l’annuncio riportato dalla Reuters dell’investimento di 1.5 bilioni (miliardi) di dollari da parte di Baidu in un piano di sviluppo riguardante la guida autonoma nei prossimi tre anni.

Il piano, chiamato “Fondo Apollo” comporterà 100 progetti di guida autonoma, ed il lancio del fondo coincide oltretutto con la release della seconda generazione del software per veicoli autonomi open source, l’Apollo 1.5. E’ evidente dunque la mossa di Baidu di voler competere con “i rivali statunitensi”.

Dopo anni di sviluppo interno, Baidu lo scorso aprile ha deciso di aprire le frontiere della propria guida a terzi, nella sperenza di poter accelerare lo sviluppo che la vorrebbe come competitor di Google o della stessa Tesla.

The Baidu logo is seen outside the Baidu headquarters in Beijing on December 17, 2014. Baidu, China's leading search engine, and ride sharing company Uber announced a strategic investment and cooperation agreement in Beijing on December 17. AFP PHOTO / Greg BAKER (Photo credit should read GREG BAKER/AFP/Getty Images)

Ultime notizie su Guida autonoma

Per auto a guida autonoma o auto autonome si intendono quei veicoli in grado di svolgere autonomamente le stesse mansioni che il guidatore fa in un’auto tradizionale durante la fase di trasporto. L’auto autonoma è in grado [...]

Tutto su Guida autonoma →