Accordo di cooperazione Fiat – DaimlerChrysler !

Aumentano le collaborazioni strategiche tra le società del Gruppo Fiat ed altre Case; ora è la volta di DaimlerChrysler Truck Group che ha siglato un accordo di collaborazione strategica con Fiat Powertrain Technologies (FPT), annunciato ufficialmente oggi. L’accordo prevede, come primo obiettivo, “la fornitura a lungo termine alla Mitsubishi Fuso Bus & Truck Corporation (MFTBC)

di Ruggeri

Aumentano le collaborazioni strategiche tra le società del Gruppo Fiat ed altre Case; ora è la volta di DaimlerChrysler Truck Group che ha siglato un accordo di collaborazione strategica con Fiat Powertrain Technologies (FPT), annunciato ufficialmente oggi. L’accordo prevede, come primo obiettivo, “la fornitura a lungo termine alla Mitsubishi Fuso Bus & Truck Corporation (MFTBC) di motori Diesel light duty (FPT F1C), da impiegare sul veicolo commerciale leggero Canter”, da commercializzarsi in mercati internazionali, compresi Europa e Giappone.

Il motore F1C è un 4 cilindri Turbo Diesel 16V Common Rail da 3 litri (analogo, ad esempio, a quello del Ducato), con potenza nominale di 177 CV a 3.500 giri al minuto coppia di 400 Nm a 1.400 giri/min. Saranno 80.000 i motori F1C che FPT fornirà a Mitsubishi Fuso ogni anno, a partire dal 2009, con la previsione di aumentare progressivamente le forniture. Attualmente il motore F1C viene costruito presso la FPT di Foggia, ma a breve “si inizierà la produzione anche in un altro sito”.

Il Mitsubishi Fuso Canter, la cui generazione attuale è del 2002, è un camion leggero molto diffuso in Asia e venduto in 132.000 unità nel 2006 in oltre 106 paesi di tutto il mondo.

Queste le parole di Sergio Marchionne: “Questo accordo è di importanza fondamentale nella nostra strategia mirata a sviluppare partnerships strategiche in tutti i settori del Gruppo. La nostra partnership con DaimlerChrysler è una conferma che la decisione presa due anni fa di unificare in uno specifico settore le nostre attività relative ai motopropulsori è stata una decisione giusta e che abbiamo prodotti e capacità tecniche in grado di soddisfare le richieste di un mercato esigente”.
Ecco, invece, le dichiarazioni di Dieter Zetsche, di DaimlerChrysler: “Le norme odierne e future sulle emissioni richiedono un elevato livello di investimenti e di specializzazione tecnologica. Questo accordo conferisce valore aggiunto a entrambe le società, Gruppo FIAT e DaimlerChrysler”.

Dopo questo accordo, però, Fiat e DaimlerChrysler (ancora denominata ufficialmente con il doppio “marchio”) prevedono “ulteriori potenziali possibilità di business in altri mercati, tra cui l’Asia Sud-orientale”.
Chissà che l’accordo tra i marchi non preveda in futuro l’introduzione di motori automobilistici Mercedes, ad esempio diesel o benzina intorno ai 3 litri, anche nelle automobili del gruppo Fiat… Fantascienza?

[grazie a Matthew per la segnalazione]

Ultime notizie su Annunci

Annunci, presentazione di nuovi modelli.

Tutto su Annunci →