Hyperloop One: ecco le 10 tratte del treno supersonico a levitazione magnetica

Gli itinerari in progetto per il treno supersonico a levitazione magnetica Hyperloop One sono 10: in USA, Regno Unito, Canada, India e Messico.

Hyperloop One, la prima compagnia al mondo ad aver già realizzato un prototipo funzionante di tragitto e di treno con tecnologia hyperloop, annuncia di aver selezionato 10 possibili tracciati per i suoi futuri treni ultra veloci. Gli Stati interessati sono USA, Regno Unito, Canada, India e Messico, con queste tratte: Cheyenne-Denver-Pueblo, Chicago-Columbus-Pittsburgh, Miami-Orlando, Dallas-Houston, Edinburgo-Londra, Glasgow-Liverpool, Città del Messico-Guadalajara, Bengaluru-Chennai, Mumbai-Chennai, Toronto-Montreal.

La tecnologia Hyperloop, che nasce dall’intuizione di Elon Musk (ma Tesla non è parte del business) di rivitalizzare una idea di fine 800 sui treni a levitazione magnetica, mira a creare una rete ferroviaria ultra veloce sulla quale i treni possano viaggiare a velocità che superano i 1.000 o addirittura 1.200 km/h. Con velocità del genere la distanza Milano-Roma sarebbe percorsa in circa mezz’ora.

Velocità simili saranno rese possibili dall’uso della tecnologia della levitazione magnetica (he consiste nel far viaggiare il treno staccato dai binari grazie a un campo magnetico) all’interno di un tubo sottovuoto in cui l’attrito dell’aria è ridotto quasi a zero e dei compressori spingono il treno. Si tratta dell’evoluzione di quanto già oggi esiste a Shanghai, lo Shanghai Transrapid a levitazione magnetica.

Le 10 tratte presentate da Hyperloop One (che non è l’unica azienda che sta lavorando all’Hyperloop) sono state scelte tra 2.600 proposte arrivate da migliaia di “innovatori, ingegneri, apripista e sognatori provenienti da tutto il mondo“. Su queste dieci tratte, adesso, Hyperloop One concentrerà i suoi sforzi nel tentativo di farne diventare realtà almeno qualcuna.
Hyperloop One 10 tratte selezionate
Il punto di partenza è il test effettuato da Hyperloop One il 2 agosto 2017, nel deserto del Nevada: in un tubo di prova lungo 500 metri e dal diametro di 3,3 metri l’azienda è riuscita a far toccare i 308 km/h ad una navicella a levitazione magnetica.

Ultime notizie su General

General

Tutto su General →