Gp Ungheria F1 2017: le pagelle dell'Hungaroring

Voti e valutazioni del Gp d'Ungheria, undicesima prova del Mondiale di Formula 1 2017.

gp-ungheria-f1-2017-podio-2.jpg

Valutazioni e pagelle del Gp Ungheria. Il campionato di Formula 1 2017 verrà ricordato come uno dei più avvincenti degli ultimi anni e sicuramente come il più incerto, con la gara di oggi che si candida in questo senso come gp simbolo della stagione. Quella che doveva essere una vittoria facile per Sebastian Vettel si è trasformata in un calvario lungo 45 giri per un problema allo sterzo, con il compagno di squadra Raikkonen costretto a fare da bodyguard per tenere a debita distanza Hamilton. Se il vincitore della gara è Vettel, Raikkonen è stato infatti il grande coprotagonista della doppietta ottenuta nella Campagna d'Ungheria della Ferrari, rinunciando ad una vittoria che insegue da 84 gare per proteggere il compagno di squadra.

Battuta ma non sconfitta la Mercedes, che ha pasticciato con gli ordini di scuderia mandando senza successo Hamilton all'attacco di Raikkonen, in mezzo a plateali scambi di posizione con Bottas. I progressi del motore Honda spingono Alonso, sesto in una giornata impreziosita da grandi sorpassi ed il giro più veloce in gara. Dietro la lavagna ci finisce invece Max Verstappen, che paga la nota irruenza al via speronando il compagno di squadra Ricciardo, guadagnandosi una penalizzazione di dieci secondi in una giornata dove comunque aveva disputato una grande gara. Vediamo dunque promossi e bocciati della gara all'Hungaroring.

Sebastian Vettel: voto 9


gp-ungheria-f1-2017-vettel-4.jpg

Pole position e prima posizione dopo la prima curva: una gara iniziata nel migliore dei modi che si complica all'improvviso per uno sterzo che tira a sinistra. Seb non perde la calma e guida la sua SF70h fino alla sua quarta vittoria stagionale, ottenuta anche grazie al sacrificio di Raikkonen, a cui dovrebbe offrire la vacanza di agosto.

Kimi Raikkonen: voto 9


gp-ungheria-f1-2017-raikkonen-2.jpg

La migliore prestazione della stagione. Quando Hamilton arriva a mettergli pressione, non fa una piega ed alza gli scudi in difesa del compagno di squadra, nonostante fosse nettamente più veloce di lui. Con il secondo posto ungherese mette in pratica la firma sul rinnovo per la prossima stagione, strameritato.

Fernando Alonso: voto 8


gp-ungheria-f1-2017-alonso.jpg

Alonso torna a ruggire, anche per lui miglior prestazione della stagione: sesto posto, duello spagnolo all'arma bianca vinto con Sainz e giro più veloce come ciliegina sulla torta. Della serie: dategli un motore e spaccherà il mondo!

Valtteri Bottas: voto 7,5


gp-ungheria-f1-2017-bottas-2.jpg

Più veloce di Hamilton in qualifica come in gara, soffre la scelta del muretto (condivisa da tutti?) di cedere strada al compagno di squadra nella rincorsa alle Ferrari, fino a quando non gli viene restituito il favore, che vale il quinto podio consecutivo.

Lewis Hamilton: voto 5


gp-ungheria-f1-2017-hamilton.jpg

Si ripete quanto già visto nel corso della stagione: nei circuiti non congeniali alla Mercedes, come quello ungherese, è più lento di Bottas. Il muretto lo manda all'attacco di Raikkonen, ci prova per una quindicina di giri fino a quando alza bandiera bianca nel finale, prima di restituire la posizione al compagno di squadra.

Max Verstappen: voto 4


gp-ungheria-f1-2017-verstappen.jpg

Macchia la sua prestazione dopo pochi metri per il contatto fratricida e inutile con Ricciardo, che gli costa dieci secondi di penalità. Alterna partenze eccellenti a disastri in stile Kvyat, peccato perchè poi ha fatto un garone.

Paul di Resta: voto 4


gp-ungheria-f1-2017-diresta.jpg

Si ritira per problemi mentre era all'ultimo posto. Catapultato sul sedile della Williams all'ultimo istante per il forfait di Massa, non guidava una Formula 1 dal 2013 e la ruggine si è fatta sentire. Ma ora potrà dire di aver guidato anche una monoposto turbo-ibrida.

La gara: voto 7


gp-ungheria-f1-2017-start.jpg

L'incertezza del risultato ha mantenuto vivo fino alla fine l'interesse per una gara in cui non sono mancati sorpassi e colpi di scena fin dai primi metri.

  • shares
  • Mail