Daimler e Bosch: ecco il parcheggio autonomo [Video]

Daimler e Bosch hanno dato una dimostrazione pratica di parcheggio intelligente.

Arrivare in un garage, fermare l’auto comodamente davanti l’ascensore e farla parcheggiare da sola con un semplice click sul proprio smartphone. E’ già una realtà, firmata Daimler e Bosch, che attraverso una video-dimostrazione hanno mostrato il livello raggiunto dalle due Aziende nello sviluppo di sistemi e tecnologie per la guida autonoma.

Il parcheggio autonomo è un importante step in questa direzione e fa parte di un progetto pilota reso possibile dall’interazione tra l’infrastruttura intelligente del garage, fornita da Bosch, e dalla tecnologia di Mercedes-Benz. I sensori installati nel garage monitorano il corridoio di marcia e l’area circostante guidando il veicolo, mentre i sistemi presenti sull’auto convertono i comandi dell’infrastruttura del garage in manovre di guida in modo sicuro. I sensori dell’infrastruttura del garage e la tecnologia di comunicazione sono di Bosch, mentre Daimler fornisce il garage del museo ed i veicoli pilota. Insieme le due aziende definiranno l’interfaccia tra l’infrastruttura ed il veicolo e apporteranno le modifiche necessarie alla sensoristica e al software.

La dimostrazione è stata seguita da enti locali, dal Ministero dei Trasporti tedesco e da esperti del settore, al fine di valutare la sicurezza operativa della tecnologia presente sull’auto e del garage, prima del rilascio dell'autorizzazione finale per l'apertura del servizio al pubblico, prevista nei primi mesi del 2018. Il garage del Museo Mercedes-Benz sarà così il primo al mondo ad offrire questo tipo di servizio, dando modo alle due Aziende di acquisire esperienza sull’utilizzo del parcheggio autonomo da parte degli utenti.

I garage esistenti potranno essere dotati di questa tecnologia per l’infrastruttura, che offre un utilizzo più efficiente dei posti disponibili: con lo stesso spazio si potrà ospitare il 20% in più di veicoli.

  • shares
  • Mail