Le ultime sul ritorno di Austin-Healey

Riassunto delle puntate precedenti: lo scorso anno il consorzio anglo-americano HFI aveva acquisito il diritto di utilizzo del nome Healey dagli eredi proprietari del marchio per la realizzazione di un paio di modelli inediti, una coupé e una cabrio, in una fabbrica nel Regno Unito. In tale occasione era stato rilasciato il disegno “ufficiale” riproducente

di Ruggeri


Riassunto delle puntate precedenti: lo scorso anno il consorzio anglo-americano HFI aveva acquisito il diritto di utilizzo del nome Healey dagli eredi proprietari del marchio per la realizzazione di un paio di modelli inediti, una coupé e una cabrio, in una fabbrica nel Regno Unito. In tale occasione era stato rilasciato il disegno “ufficiale” riproducente il modello di stile di una futura Healey Sprite.

Con una mossa a sorpresa, Nanjing Auto (proprietaria dei marchi MG e “Austin-Healey”) ha ora annunciato di aver concluso un accordo con Healey Automobile Consultants (proprietari di “Healey”) e HFI Automotive per entrare direttamente nello sviluppo di vetture sportive marchiate sia Healey che Austin-Healey… A parte il “gioco” dei marchi, quel che conta è che ora diventa più probabile la realizzazione dei citati progetti Healey, dal momento che le società coinvolte possono contare sugli stabilimenti MG di Longbridge, riaperti da Nanjing il mese scorso.

Ultime notizie su Anticipazioni

Anticipazioni, bozzetti e foto spia delle auto in arrivo nei prossimi anni

Tutto su Anticipazioni →