Hyundai i30 Fastback World Premiere

Hyundai i30 Fastback: una Hyundai che non c'era.

Hyundai i30 Fastback - Siamo ancora a Dusseldorf dove, insieme alla nuova i30 N, Hyundai ha presentato la i30 Fastback. Un modello inatteso, per il quale le fotospia che avevamo pubblicato non avevamo mostrato tutte le sue potenzialità.

"Prima coupè a 5 porte del segmento C" sono le parole, per altro un po' fredde e tecniche, che sono state usate per descriverla, ma che non le rendono completamente giustizia.

Opinione personale: non credo che la Fastback sia "soltanto" una "coupè", quanto piuttosto un tentativo di ritorno sulle berline, che nei mercati più "maturi" difficilmente hanno successo. Una linea più elegante rispetto alle berline di un tempo, più sportiva e moderna e che nasconde un elemento da non sottovalutare: il bagagliaio. Croce e delizia, utile quanto fastidioso alla vista, abbandonato in seguito per le wagon, tornerà in voga con coupè come la Hyundai i30 Fastback?

Il design è filante, si restringe nella parte posteriore, quasi a raffigurare una goccia. L'alettone divide il posteriore e scolpisce la superficie in maniera naturale. Il tetto è stato ribassato di 25 millimetri rispetto alla i30 "standard", con il risultato di una immagine massiccia su strada, con stabilità migliorata e maggiore aerodinamicità. E' stato abbassato anche il telaio, di 5 millimetri, mentre la rigidità delle sospensioni è stata aumentata del 15% per una guida più agile e scattante. Hyundai i30 Fastback è quindi più bassa di 30 mm, con il risultato di una maggiore eleganza e sportività.

A bordo, sul fronte sicurezza, nella dotazione di serie troviamo la Frenata di Emergenza Autonoma (AEB), il Driver Attention Alert (DAA) che rileva le anomalie rispetto al comportamento standard di guida e coglie eventuali segni di stanchezza del conducente, il sistema di oscuramento automatico dei fari abbaglianti (HBA) rileva i veicoli in arrivo ed i veicoli che procedono modificando automaticamente le luci da abbaglianti ad anabbaglianti, ed il Sistema di mantenimento della corsia (LKAS) che rileva la posizione dell’auto ed evita deviazioni involontarie dalla corsia.
 
Il Cruise Control adattivo avanzato (ASCC) disponibile nella versione cambio automatico 7 rapporti, permette di mantenere una velocità e una distanza costante dal veicolo davanti, accelerando e frenando automaticamente fino a 180 Km/h. Gli angoli ciechi posteriori vengono monitorati attraverso il Rilevatore dell’Angolo Cieco (BSD), l’Avviso di Possibili Urti Posteriori (RCTA) riduce il rischio di collisione con altri veicoli in avvicinamento durante le manovre in retromarcia, mentre i limiti di velocità vengono riconosciuti dal dispositivo SLIF, che li riporta sia sui display di bordo.
 
A bordo è presente il sistema di ricarica wireless per gli smartphones, di navigazione da 8" che supporta Apple CarPlay ed Android Auto, il sistema include sette anni di Servizi Live su meteo, traffico, autovelox e POI. In alternativa è possibile scegliere il display TFT da 5" che include radio, connessione Bluetooth e ingresso USB, oppure il touch-screen capacitivo da 5" e retrocamera integrata.
 
Sul fronte motorizzazioni, sono due i motori benzina: il 1.4 T-GDI 4 cilindri da 140 cavalli e il 1.0 T-GDI 3 cilindri da 120 cavalli. Il motore 1.4 T-GDI è disponibile con trasmissione manuale a sei marce o con il cambio automatico a doppia frizione 7DCT. Il 1.0 T-GDI è invece offerto in abbinamento al cambio manuale a sei marce. Tutti i motori sono dotati del sistema Integrated Stop and Go (ISG) per garantire una maggiore efficienza.
 
A primavera 2018 arriverà il nuovo motore 1.6 turbodiesel 4 cilindri da 110 e 136 cavalli, disponibile sia con cambio manuale a sei marce che con cambio automatico a doppia frizione a 7 rapporti (7DCT), già visto su Kona.
 
Sarà disponibile in Italia da Gennaio 2018, ordinabile già da Dicembre.

  • shares
  • Mail