Porsche 911 GTS: in pista con Michelin Pilot Sport 4S e Cup 2

La Porsche 911 GTS provata a Misano con gomme Michelin Pilot Sport 4S e Cup 2.

Salire su un’auto e inserire la chiave a sinistra è sempre un’emozione unica, questo perché, nella maggioranza dei casi, si sta per guidare una Porsche. Se a questo si va ad aggiungere una giornata intera sulla pista del Misano World Circuit per testare i nuovi pneumatici sportivi della gamma Michelin non può che trattarsi di un’esperienza unica. Per presentare, nuovamente, le gomme Michelin Pilot Sport 4S e Michelin Pilot Sport Cup 2, la casa francese ha deciso di avvalersi della Porsche Driving Experience, la scuola della Cavallina di Stoccarda dedicata all’apprendimento della guida sportiva.

Oltre agli pneumatici l’ospite d’eccezione dell’autodromo romagnolo era la nuova Porsche 911 GTS, una delle versioni più sportive della nuova generazione turbo dell’icona tedesca. Tutti i modelli presenti in pista erano coupé con cambio automatico doppia frizione PDK con una dotazione estremamente in voga nel mondo delle sportive, l’asse posteriore sterzante. Durante i 5 turni in pista che ho avuto a disposizione ho potuto assaporare le versioni a due e quattro ruote motrici della 911, apprezzandone le piccole differenze mentre prendevo confidenza con una pista che, per me, era al contrario.

Sono passati almeno dieci anni dall’ultima volta che sono stato a Misano, in quello che una volta si chiamava Autodromo di Santa Monica. La maggior parte delle curve non è cambiata ma percorrerle al contrario rispetto a prima non è cosa semplice. Inizio dunque molto cauto, cercando di capire l’auto, gli pneumatici e il tracciato. Entro in pista e subito trovo un buon feeling con l'auto: non avevo dubbi trattandosi di una 911. Inizio ad apprezzare la precisione dello sterzo e la buona potenza dei freni prima di scatenare tutta la potenza del nuovo 3.0 biturbo.

Il flat six dispone di 450 cavalli e 550 Nm che vengono messi a terra, nel mio caso, da pneumatici Michelin Pilot Sport 4S. Queste gomme sono pensate prevalentemente per un utilizzo stradale ma sono dedicate a chi con la propria auto va anche in pista. La mescola entra subito in temperatura e assicura un grip molto elevato, lasciandosi maltrattare per qualche giro prima di iniziare a calare leggermente per quanto riguarda le prestazioni.

Torno ai box e lascio guidare l'auto ad altri colleghi che continuano con ritmi incessanti fino all'ora di pranzo quando torno in pista con una Porsche 911 Carrera 4 GTS a trazione integrale. Gli penumatici sembrano freschi come al primo turno della mattina, d'altronde nei test Dekra il Pilot Sport 4S è il migliore della categoria per quanto riguarda la durata. Noto subito alla prima curva la differenza con la 911 a due ruote motrici: sento un'auto un po' più pesante e meno "sciolta".

In uscita di curva la trazione è ancora superiore rispetto alla Carrera 2 GTS, posso spalancare il gas molto prima e raggiungo velocità più elevate sui due rettilinei principali di Misano. Contento della mia prestazione riporto l'auto ai box per consentire ai tecnici di Michelin di cambiare gli pneumatici montando i Pilot Sport Cup 2, delle gomme dedicate all'uso intensivo in pista ma omologate anche per l'utilizzo stradale.

Giusto il tempo di fare un breve giro a bordo della nuova Porsche Panamera S E-Hybrid gustandone le varie modalità di funzionamento ed è subito il mio turno per tornare in pista. Le Cup 2 mi fanno subito sentire molta più aderenza, il che mi consente di frenare dopo, accelerare prima e raggiungere velocità ancora maggiori. Dopo Quercia e Tramonto arrivo al Curvone ben oltre i 200 chilometri orari, notando quanto con questo pneumatico la GTS sia molto più veloce.

Anche i tempi sul giro vanno migliorando con una certa facilità. L'aderenza offerta da questa copertura è davvero ottimale pensando che rimane, comunque, omologata anche per l'utilizzo su strada. Nell'idea di Michelin chi sceglie le Pilot Sport Cup 2 è un cliente che abitualmente porta la propria auto in pista durante i track day ma che la vuole anche guidare su strada nel tragitto che separa la propria casa con il circuito.

  • shares
  • Mail