F1: Marchionne chiude le porte ad Alonso...non a Verstappen?

"Alonso può anche aver mostrato il desiderio di tornare ma non ha trovato da parte nostra il giusto responso. Non siamo interessati".

marchionne.jpg

La stagione 2017 di Formula Uno sta vivendo della grande lotta tra Vettel ed Hamilton, con Bottas, vincitore in Austria, prepotentemente tornato in auge visto il recupero nella classifica mondiale, il tutto con il round di Silverstone - storicamente circuito probante dei valori in campo - alle porte la prossima domenica. Nel Paddock però, sono molte le voci che parlano già di 2018. Voci che si son rincorse anche per la presenza del presidente Sergio Marchionne, intervenuto per dar man forte al Cavallino e sostenere la corsa di Vettel e Raikkonen.

Se sul primo, nonostante ancora non vi sia stato un rinnovo, a meno di ribaltoni clamorosi, troppi dubbi non ve ne sono, sulla permanenza del secondo il giudizio rimane ancora una volta incerto. Kimi è stimato dal presidente, ma è stato bacchettato dopo la prestazione relativamente opaca del Red Bull Ring. D'altro canto, se in casa Mercedes c'è un Bottas bravo a sottrarre punti a Vettel, dall'altro c'è un Raikkonen con fin troppi alti e bassi.

SPIELBERG, AUSTRIA - JULY 07: Stoffel Vandoorne of Belgium and McLaren Honda and Fernando Alonso of Spain and McLaren Honda talk in the Paddock during practice for the Formula One Grand Prix of Austria at Red Bull Ring on July 7, 2017 in Spielberg, Austria.  (Photo by Mark Thompson/Getty Images)

Data anche l'anagrafe del finlandese, il toto sedile si sta scatenando sempre più, avallato anche dalle parole dello stesso Marchionne: "Raikkonen deve lavorare ancora. E' bravo, s’impegna, ma deve ancora fare un grandissimo lavoro."

Considerando i pretendenti al sedile, nonostante una volontà di perseguire la rotta della continuità, a Maranello potrebbero sfogliare la margherita. C'è Antonio Giovinazzi, che proprio da Silverstone inizierà il suo percorso con la Haas nelle libere. Ci sarebbe la mossa a sorpresa di Charles Leclerc, giovane del vivaio Ferrari, dominatore della Formula 2. Scelte rischiose comunque, data la giovane età dei due, e la loro inesperienza nella massima formula, figurarsi in Ferrari.

Ed allora? Il nome che circolava in Austria era quello di una vecchia conoscenza come Fernando Alonso. L'asturiano, dopo un periodo di parole al "fiele" ora è tornato a parlare con termini " al miele" verso il Cavallino, nonostante abbia riferito di non pensare al 2018 fino a settembre. Marchionne però, ha categoricamente chiuso la porta: "Alonso può anche aver mostrato il desiderio di tornare ma non ha trovato da parte nostra il giusto responso. Non siamo interessati".

Più verosimilmente Alonso ha poche strade tracciate: con i motori Honda andrà via dalla McLaren, venendo sostituito eventualmente da un Carlos Sainz stanco di correre per la Toro Rosso. Destinazione? Ignota ancora, visto anche le prestazioni di Bottas che fanno pensare ad una riconferma. Al più, lo spagnolo rimarrebbe a Woking con l'arrivo - probabile? - dei propulsori Mercedes.

Ferrari's German driver Sebastian Vettel drives his car during the Formula One Austria Grand Prix at the Red Bull Ring in Spielberg, on July 9, 2017. / AFP PHOTO / JOE KLAMAR        (Photo credit should read JOE KLAMAR/AFP/Getty Images)

Tornando però al Cavallino, in questi giorni i media austriaci e spagnoli hanno effettuato un clamoroso avvicinamento, ovvero quello tra Ferrari e...Max Verstappen. L'olandese, seppur giovanissimo, piace negli ambienti di Maranello fin dai tempi Toro Rosso. Il giovane Max quest'anno sta soffrendo per una serie di errori, sfortune e ritiri che lo potrebbero allontanare da Mylton Keynes.

Anche in questo caso Marchionne è stato chiaro: "Per quanto riguarda Verstappen non abbiamo firmato assolutamente niente. Prima della fine dell'anno saprete le nostre scelte". A voler analizzare al microscopio la frase, verrebbe da intuire come non ci sia stata una chiusura come con Alonso. Nessun "non siamo interessati" ma una chiara affermazione su nessuna firma posta su alcun tipo di contratto. Come a dire: fin troppo specifica l'affermazione. Fantamercato? Probabile, ma la Formula Uno ci ha abituato ai colpi di scena, in pista come fuori.

SPIELBERG, AUSTRIA - JULY 08:  Max Verstappen of Netherlands and Red Bull Racing prepares to drive during qualifying for the Formula One Grand Prix of Austria at Red Bull Ring on July 8, 2017 in Spielberg, Austria.  (Photo by Mark Thompson/Getty Images)

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail