Abarth SpA definisce l'organizzazione societaria

Abarth Zagato

Punto Abarth, Punto "Brutale", 500 Abarth, e proposte "non ufficiali" per nuovi modelli inediti... L'operazione rinascita del marchio Abarth è sempre più di attualità, e Fiat si prepara al lancio dei nuovi modelli definendo l'organizzazione societaria di Abarth, come annunciato pochi giorni fa.

Abarth & C. S.p.A., affidata a Luca De Meo, viene articolata in tre rami di attività: Business Operations, Engineering & Manufacturing Operations e Racing Operations (ora in Fiat va di moda l'inglese...) Il primo ramo, affidato ad Antonino Labate, si occupa di personalizzazione estetica ("car kitting") e prestazionale ("car tuning") di vetture sportive di serie, organizzandone la rete di vendita e di assistenza; in più, gestisce le attività di merchandising e licensing del marchio Abarth.

La seconda sezione, Engineering & Manufacturing, è affidata a Paolo Ollino e riguarda la messa a punto e l'assistenza delle vetture da competizione, ma anche lo sviluppo dei prodotti per il car kitting e il car tuning di cui sopra, lavorando insieme alla "Funzione Engineering e Design" del gruppo Fiat.

Infine, Racing Operations, avente come responsabile Claudio Berro, si occuperà di coordinare la partecipazione delle vetture Abarth alle gare automobilistiche nazionali e internazionali, organizzando anche trofei per i clienti privati e gestendo i rapporti con clienti sportivi e sponsor.

Tra i collaboratori di Abarth, un nome noto agli appassionati di Formula 1: l'ingegner Paolo Martinelli, già responsabile della Direzione Motori della Gestione Sportiva di Ferrari fino ad ottobre 2006, oggi a capo anche della Direzione Sviluppo Motori Benzina di Fiat Powertrain Technologies.

  • shares
  • Mail
45 commenti Aggiorna
Ordina: