F1: lasciata da McLaren, fermata da Williams. Che futuro per Honda?

Toto Wolff preferisce attendere gli sviluppi tra Woking e il Giappone: "Se sei una seconda moglie, preferisci sempre prima che la prima moglie abbia divorziato".

McLaren's Spanish driver Fernando Alonso steps out of his car after the third practice session for the Formula One Chinese Grand Prix in Shanghai on April 8, 2017. / AFP PHOTO / Johannes EISELE        (Photo credit should read JOHANNES EISELE/AFP/Getty Images)

Formula 1 2017 - Che il sodalizio tra McLaren e Honda in questo ritorno al futuro tanto paventato e voluto fosse oramai ai titoli di coda era oramai chiaro ed assodato. L'unica vera grande discriminante delle ultime settimane stava diventando il "quando" e non più il "se". D'altronde, come non fossero bastate le critiche feroci di Fernando Alonso negli anni passati, quest'anno si è esposto perentoriamente anche lo stesso Zak Brown che aveva "de facto" decretato la firma in calce di una cessazione di un rapporto oramai nell'aria. A far deflagrare l'ultimo barlume di speranza di un rapporto che nel 2017 era oramai morto ci ha pensato il mancato arrivo di aggiornamenti concreti in Canada da parte degli uomini nipponici. Non è un mistero inoltre che ad inizio anno, tra McLaren e Mercedes, qualche chiacchierata per un "fuoco di ritorno" c'è stata. Ma tant'è, nel divorzio tra Honda e McLaren ballano oltre cento milioni di buoni motivi, con il motorista nipponico in grado di sostenere economicamente Woking.

Ora però la misura è colma ed il passaggio al prossimo anno non dovrebbe avere più alcun ostacolo. La McLaren, salvo clamorosi colpi di scena, mollerà Honda, il che potrebbe comportare anche ad un mantenimento di Fernando Alonso. Certo, bisognerebbe poi spiegare come una scuderia, seppur così gloriosa, possa riuscire a competere con Ferrari e Mercedes, considerando come la strada del Sol Levante per lo stesso spagnolo fosse l'unica percorribile per tornare al successo, una volta mollato Maranello.

MONTREAL, QC - JUNE 10: Felipe Massa of Brazil driving the (19) Williams Martini Racing Williams FW40 Mercedes on track during final practice for the Canadian Formula One Grand Prix at Circuit Gilles Villeneuve on June 10, 2017 in Montreal, Canada.  (Photo by Mark Thompson/Getty Images)

Come dice Toto Wolff però, la Formula Uno ha necessità di avere un costruttore come Honda all'interno del proprio circus. In un periodo di forte rinnovamento come quello odierno per la massima formula, la volontà è quella di poter far terreno fertile per accogliere motoristi, magari in vista delle nuove regole 2020. Ed allora il solo accordo di Honda con Sauber non basta.

Nei piani giapponesi, la compagine svizzera dovrebbe essere un team B di sviluppo. Allora con chi legarsi? Ecco spuntare il nome della Williams che sembrerebbe vicina al divorzio - guarda caso con Mercedes - e che quindi potrebbe avere l'opportunità di legarsi con Honda. Voci, che però sono state seccamente smentite da Claire Williams. "E' vero, c'è stato un bel sodalizio con Honda negli anni '80, ma ora abbiamo un'ottima partnership con Mercedes, ci hanno aiutato a raggiungere il terzo posto costruttori nel 2015. Perchè dovremmo cambiare?"

Hasewgawa dunque si ritrova con una situazione esplosiva. Le prestazioni al momento non sono soddisfacenti e, tra le altre cose, si giunge ora a Baku, circuito molto veloce, con un rettilineo decisamente lungo. Non il migliore layout per il motore nipponico che dovrebbe mettersi in mostra, dovrebbe mostrarsi al meglio per avere "mercato", ed invece si ritrova invischiato: "è una situazione difficile, è vero". L'ingegnere capo giapponese dunque vorrebbe riuscire a ricucire il rapporto con Woking. Complicato visto lo storico degli ultimi tre anni e, sopratutto, le prospettive di breve e medio periodo.

McLaren ovviamente non sta ferma a guardare. Non ha voglia, ne interesse. Qualora le parole di Zak Brown non fossero state sufficienti, il sentore che qualcosa si stia smuovendo in questa finestra di mercato è data dallo stesso Wolff, sempre signorile nel commentare: "Se sei una seconda moglie, preferisci sempre prima che la prima moglie abbia divorziato". Mercedes non vuole mettere il dito tra McLaren e Honda. Certo, una volta conclamato l'eventuale divorzio....

Deputy Team Principal Claire Williams speaks during the announcement by Williams Martini Racing of their driver line up for the 2017 FIA Formula One World Championship at the team headquarters in Grove, west of London on November 3, 2016. Canadian teenager Lance Stroll will replace veteran Felipe Massa in Williams's driver line-up for the 2017 season, the British team announced on Thursday. Stroll, who turned 18 last week, will line up alongside Finnish driver Valtteri Bottas, who will be entering his fifth successive year with Williams.  / AFP / Adrian DENNIS        (Photo credit should read ADRIAN DENNIS/AFP/Getty Images)

  • shares
  • Mail