Hamilton: "Alonso 5° a Indy? Fa capire il valore dei sui avversari"

L'inglese poi rincara la dose sulla tripla corona: "Non mi interessa"

Mercedes AMG Petronas F1 Team's British driver Lewis Hamilton gives a thumbs up at a fan event before the third practice session of the Formula One Australian Grand Prix in Melbourne on March 19,  2016. / AFP / PETER PARKS / --IMAGE RESTRICTED TO EDITORIAL USE - STRICTLY NO COMMERCIAL USE--        (Photo credit should read PETER PARKS/AFP/Getty Images)
Il Gran premio di Montecarlo di Formula Uno (segui qui tutte le notizie e gli aggiornamenti Live) di quest'anno non vede in griglia Fernando Alonso. Non è una notizia più oramai quella dell'asturiano che correrà per conquistare la 500 miglia di Indianapolis con la McLaren Honda del team Andretti. Una sfida bella e romantica per molti versi, ma anche decisamente complicata proprio per la natura dei circuiti ovali e delle stesse Dallara da Indy.

Ciò nonostante, Fernando, con tutti gli allenamenti al simulatore, le prove dei rookie days ed un consigliere vicino come Gil De Ferran, è riuscito subito ad essere protagonista, tanto da strappare un eccellente quinto posto nelle qualifiche. Un risultato che ha fatto sensazione: Nando è un campione, uno di quei piloti che possono essere etichettati come fenomeni, sia chiaro. Certo è che battere specialisti della categoria fa supporre delle domande. Domande a cui Hamilton ha dato delle risposte..un po' alla sua maniera.

Secondo il tre volte campione del mondo inglese, il valore dei piloti della Indycar non sarebbe così elevato. In un'intervista rilasciata a l'Equipe, Hamilton si è espresso cosi: "Ho visto le qualifiche. Francamente...Fernando ha realizzato il quinto tempo. Questo cosa ci fa capire sulla Indy?" Sorriso sornione e aggiunta alla battuta "Vederlo davanti a piloti che fanno quella categoria tutto l'anno è...interessante".

Un Hamilton che mantiene dunque questo suo modo di fare da Rockstar, anche un poco sbruffone, disinteressato "Capisco la voglia dei piloti di conquistare la tripla corona, di ricalcare il cammino di Graham Hill, ma a me non interessa. L'Indycar non mi diverte e neppure Le Mans". Discorsi di chi dice che non gli interessa questo percorso che ha riportato Alonso sotto la luce dei riflettori. Già, ma allora... perchè dirlo? Domanda retorica. Ci avrebbe stupito probabilmente il contrario. Ve lo immaginate un campione di Formula Uno che elogia la forza di un avversario? Noi francamente no.

Certo, immagiamo invece la gioia di un Ryan Hunter-Reay o di un Will Power nell'appurare quanto rispetto abbia Hamilton per loro..

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail