Tesla: no alla partnership con Uber sulla guida autonoma

Uber ha provato a chiamare Elon Musk per unire le forze sulla guida autonoma, ma da parte di Tesla è arrivato un secco rifiuto

Elon Musk Tesla

Tesla e Uber sono entrambe impegnate nello sviluppo della guida autonoma e quindi delle concorrenti nel mondo auto, ma circa un anno fa c’era stata un'ipotesi di alleanza, durata il tempo di una telefonata. Era la società di noleggio con conducente a volerla mettere in pratica, ma la risposta di Elon Musk è stata un secco no ed ognuna delle due aziende ha proseguito per la sua strada.

A rivelare questo scenario è Bloomberg, dopo aver letto in anteprima il libro Wild Ride di Adam Lashinsky, la cui uscita è prevista la prossima settimana. Nel testo, viene riportata la testimonianza di Travis Kalanick, amministratore delegato di Uber, che ha parlato della telefonata con Musk: “Ho detto, potremmo essere partner – le sue parole – ma Elon ha speso il resto della chiamata per convincermi che l’ipotesi non era realistica. Così ho scoperto che eravamo concorrenti”.

Il numero uno di Tesla aveva anche consigliato Kalanick a concentrarsi esclusivamente sul noleggio con conducente, non ampliando il proprio business anche alla guida autonoma. Qualche giorno dopo la chiamata, è stato pubblicato il piano decennale di Tesla, con all’interno anche un programma di ride hailing molto simile a quello messo in atto da Uber.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail