Tesla Model 3: più ordini ma meno acconti

Secondo Tesla sempre più persone prenotano la Model 3, ma sarà tutto oro quello che luccica?

Ormai dovrebbero mancare solo poche settimane al debutto della Tesla Model 3 e sembra che l'interesse del pubblico stia continuando a crescere. Tesla ha comunicato che la corsa alle prenotazioni della berlina media non accenna ad affievolirsi, anzi, le richieste sono in aumento. La stessa Tesla ha descritto il progetto di commercializzazione della Tesla Model 3 come "il più grande lancio di prodotto di tutti i tempi", smettendo però di comunicare dati ufficiali sulle prenotazioni nel maggio dello scorso anno. Sembra infatti che dopo le 400 mila prenotazioni iniziali sempre più persone si sono interessate alla entry level di Tesla ma, a dirla tutta, c'è anche un'altra faccia della medaglia.

Se da una parte le prenotazioni continuano a crescere, dall'altra pare che sempre più persone stiano ritirando la propria caparra. Per prenotare l'auto è infatti necessario versare a Telsa un anticipo di mille dollari, poco meno di mille euro, completamente rimborsabile nel caso si cambiasse idea. Stando a quanto portato alla luce da electrek, nel terzo quarto del 2016 i depositi si aggiravano attorno ai 700 milioni di dollari mentre negli ultimi mesi sono scesi attorno ai 600 milioni dopo che a fine 2016 si erano attestati sui 613 milioni di dollari.

Elon Musk ritiene però normale questo fenomeno. A molti dei clienti in lista d'attesa sono state proposte delle offerte per l'acquisto della Tesla Model S, mentre sembra che altri avrebbero scelto di comprare una Tesla Model X in seguito all'aumento dei volumi di produzione. Sarà vero? Questo non possiamo dirlo con certezza ma difficilmente un cliente interessato a un'auto elettrica da 35 mila dollari finisce per acquistare una Tesla Model S che, di base, costa il doppio, o un grande SUV elettrico da oltre 80 mila dollari.

  • shares
  • Mail