Audax 300 miglia Smart: in Sicilia con la ForTwo Cabrio

La Smart ForTwo Cabrio da 90 cavalli provata sulle strade siciliane per l'Audax 300 miglia Smart.

Audace, così Mercedes Italia descrive la propria Smart e le proprie gare di regolarità, le Audax. Avevamo già partecipato alla prima edizione da Roma a Bologna e non ci siamo fatti scappare neppure il bis sulle strade della Targa Florio. Una volta atterrati a Palermo ho preso le chiavi di una delle 20 Smart Fortwo appositamente allestite per l’Audax 300 Miglia Smart. Si tratta di Cabrio da 90 cavalli con lo speciale allestimento Urban Runner con kit estetico Brabus, cerchi in lega da 16 pollici e colorazioni personalizzate. Il bianco della carrozzeria è ravvivato da particolari azzurri nei paraurti che riprendono la tonalità dedicata alle sedute e agli schienali oltre che ad altri dettagli della piccola tedesca.

Metto agevolmente due trolley nel bagagliaio della piccola Smart sfruttando il particolare sistema di apertura. Dopo aver sbloccato il portellone con due ganci si può inclinare anche il lunotto avendo un migliore accesso ai 260 litri del bagagliaio. Salgo in macchina, scappotto in 12 secondi e sono subito pronto a partire. A Palermo ho subito avuto a che fare con il famoso traffico del capoluogo siculo. Dopo decine di minuti di code, rallentamenti e manovre per cercare di disimpegnarmi dal traffico sono uscito dalla città e ho iniziato a godermi l’entroterra siciliano. Il cambio automatico Twinamic della Fortwo ha accompagnato tutto il mio viaggio, comportandosi bene nei tratti più tranquilli e lasciandosi manovrare in maniera agevole grazie ai paddle dietro al volante nei momenti di guida più sportiva. Le risposte sono da cittadina e spesso bisogna anticipare parecchio le cambiate: al primo impatto si sentono tempi di cambiata un po’ lunghi ma una volta presa la mano si anticipano le manovre e si riesce a sfruttare al meglio l’automatico a 6 marce.

Le strette strade siciliane verso Messina hanno messo in evidenza l’agilità della piccola di Stoccarda: dopo aver sbagliato qualche volta la strada ho fatto inversione in spazi davvero strettissimi. Il raggio di sterzata di soli 6.95 metri è formidabile. Ciò è stato reso possibile dalla presenza della trazione posteriore che ha permesso di aumentare l’angolo di sterzata dell’avantreno riducendo così gli spazi di manovra. Nonostante questo però sulle curve veloci la Smart si guida bene e, a tratti, risulta anche divertente. A velocità autostradali lo sterzo si irrigidisce e rende più reattiva la due posti, che risulta però un po’ nervosa sulle sconnessioni stradali a causa del passo ridottissimo, solo 1.87 metri.

La stabilità nei lunghi curvoni autostradali è più che buona ma su buche e avvallamenti spesso l’assetto si rivela davvero troppo rigido, facendo sobbalzare l’auto e i suoi occupanti. Questa taratura è stata imposta dalle dimensioni compatte dell’auto e se da un lato può risultare a tratti scomoda, dall’altro invoglia a spingere quando l’asfalto è ben tenuto, rendendo divertente l’esperienza di guida. A contribuire al divertimento al volante c’è anche il tre cilindri turbo da 90 cavalli che, con i suoi 135 Nm, spinge bene e allunga in maniera sorprendente.

Il piccolo 898 cc non è troppo invadente a livello sonoro ma fa sentire tanto le proprie vibrazioni, soprattutto da fermo. C’è da dire che l’esemplare che ho guidato aveva all’attivo solo una trentina di chilometri e non è detto che tali vibrazioni siano definitive. Per il resto la Smart è una piccola davvero comoda: i sedili sono ampi e lasciano spazio anche ai più alti, permettendo di viaggiare in due in totale comodità e lasciando una spanna tra le braccia dei due passeggeri rispetto alla precedente generazione la nuova Smart ForTwo ha mantenuto la lunghezza di soli 2 metri e 70 aumentando in larghezza di 10 centimetri. Questo a tutto vantaggio del comfort dei passeggeri e della capacità di carico.

Tra le dotazioni interne che ho apprezzato maggiormente c’è sicuramente l’impianto di infotaiment Smart Media-System, ben fatto e perfettamente integrato con l’auto. Usarlo è davvero semplice e tutte le funzioni sono a portata di tocco. Se poi si sceglie l’impianto audio JBL si può anche vivere un’eccellente esperienza sonora, a patto di essere pronti a sborsare 507 euro in più. Parlando di prezzi la Smart ForTwo viene proposta con un listino che parte da 12.220 euro che salgono a 17.710 nel caso della Cabrio. Volendo si possono acquistare anche versioni più potenti ed esclusive, come la Brabus da 19.970 euro, oppure la Smart Electric Drive, l’elettrica con 160 km di autonomia in vendita a 23.819 euro.

  • shares
  • Mail