Guida autonoma: arriva anche Samsung

Samsung ha ottenuto la licenza per testare veicoli autonomi su strade pubbliche dal Ministero dei Trasporti coreano.

Samsung torna nel mercato automobilistico puntando dritto alla guida autonoma, dopo la non facile esperienza vissuta alla fine degli anni ’90, conclusa pochi anni dopo con la cessione della quota di maggioranza della divisione Samsung Motors alla Renault.

Come riporta The Corea Herald, il colosso asiatico ha infatti richiesto ed ottenuto dal Ministero dei Trasporti coreano la licenza per testare veicoli a guida autonoma su strade pubbliche. Questo non significa che Samsung tornerà a produrre auto in prima persona, ma sarà impegnata più che altro sullo sviluppo di un sistema affidabile che renda i veicoli autonomi, per poi rivenderlo alle case automobilistiche interessate. Per i suoi test, il colosso dell’ hi-tech userà infatti una Hyundai Grandeur con radar e dispositivi di scansione laser prodotti da altre aziende, ma dotata di software e algoritmi in fase di sviluppo da parte di Samsung. L’obiettivo è sviluppare un algoritmo di auto-guida affidabile anche in caso di maltempo, vero nemico dei “neonati” veicoli autonomi. La società prevede inoltre di sviluppare altre tecnologie per rendere le auto più “intelligenti”: componenti e sensori gestiti da intelligenza artificiale e nuovi algoritmi di apprendimento automatico.

Quando 17 anni fa Samsung vendette la divisione Motors alla Renault, dichiarò che non sarebbe mai più entrata nel mercato automobilistico: evidentemente il piatto della guida autonoma è talmente ricco da far gola anche alle più grandi aziende hi-tech del mondo come Samsung e come Apple, che ora inizieranno a sfidarsi anche su questo fertilissimo terreno da una sponda all’altra del Pacifico.

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Annunci

Annunci, presentazione di nuovi modelli.

Tutto su Annunci →