Cosa fare in caso d’incidente con auto straniera

Come procedere in caso di sinistro con un’auto con targa estera.

In Italia, la circolazione di veicoli con targa estera è molto aumentata negli ultimi anni e, per la legge dei grandi numeri, del calcolo della probabilità, o, se preferite, della pura e semplice sfiga, la possibilità di rimanere coinvolti in un sinistro con un’auto straniera non è così remota.

Ma cosa si deve fare in caso d’incidente provocato da un’auto munita di targa estera? Per richiedere il risarcimento dei danni subiti in caso di un sinistro accaduto in Italia e causato da un mezzo immatricolato all’estero, occorre rivolgersi all’UCI, Ufficio Centrale Italiano, inviando una raccomandata con avviso di ricevimento per conoscere il nominativo della compagnia di assicurazione incaricata a liquidare il danno.

Se l’incidente avviene durante un viaggio all’estero in uno dei paesi che aderisce al programma della Carta Verde ed è stato provocato da un veicolo con targa estera e assicurato in uno degli Stati dello Spazio Economico Europeo, bisogna inviare la propria richiesta di risarcimento direttamente al mandatario nominato in Italia dalla società di assicurazione estera che ha assicurato il mezzo responsabile del sinistro. Per sapere il nome e ricevere i contatti del mandatario bisogna inviare una richiesta alla Consap, Centro Informazione Italiano.

Più complicato è il caso in cui il sinistro avviene in uno dei paesi che aderiscono al sistema della Carta Verde ed è causato da un mezzo immatricolato in uno dei paesi del sistema Carta Verde, ma non rientra nello Spazio Economico Europeo. Occorre rivolgersi all’impresa estera di assicurazione del responsabile dell’incidente. La richiesta di risarcimento può essere indirizzata al Bureau nazionale dello Stato dove è avvenuto il sinistro solo se il veicolo che ha provocato il danno è immatricolato in uno Stato diverso rispetto a quello dove si è verificato il sinistro.

La Carta Verde

La Carta Verde è il certificato internazionale di assicurazione che permette ad un mezzo di entrare in un Paese estero essendo in regola con l’obbligo dell’assicurazione RCA prevista per il paese visitato. La Carta Verde viene rilasciata sotto la responsabilità del Bureau, l’Ufficio nazionale di assicurazione del Paese di immatricolazione del veicolo. Questo certificato consente al conducente di poter circolare in un paese straniero avendo adempiuto agli obblighi previsti dalla legge del Paese visitato in materia di RC Auto. Se l’automobilista che si reca all’estero non ha con sé una valida carta verde deve acquistare alla frontiera della nazione che intende visitare un’apposita polizza temporanea per poter entrare in quel Paese. Si tratta di una pratica scomoda e spesso molto dispendiosa, per questo è sempre meglio richiedere la Carta Verde al proprio assicuratore.

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Tasse

Tasse

Tutto su Tasse →