La stampa 3D arriva in Formula 1 con la McLaren

La casa di Woking porterà ai box una stampante capace di realizzare in poco tempo elementi per la vettura. Sarà questo il futuro della Formula 1?

McLaren's Belgian driver Stoffel Vandoorne is pushed back into his pit garage during a practice session ahead of the Formula One Chinese Grand Prix in Shanghai on April 7, 2017.  / AFP PHOTO / GREG BAKER        (Photo credit should read GREG BAKER/AFP/Getty Images)
Il campionato 2017 della McLaren non è iniziato - per utilizzare un eufemismo - nel migliore dei modi. Le prestazioni non soddisfano, il motore non è a livello della concorrenza, e quindi la necessità più grande è quella di portare quanti più sviluppi possibili per cercare di colmare il gap dagli avversari.

Ed allora cosa inventarsi? Cercare di "creare" e "realizzare" in loco quanti più aggiornamenti possibili. Dal prossimo gran premio del Bahrain infatti, all'interno del box della casa di Woking sarà presente una stampante 3D per la prototipizzazione veloce di alcuni elementi e componenti per lo sviluppo della vettura. Una realizzazione che si è sviluppata già da tempo all'interno della fabbrica, grazie alla collaborazione con l'azienda specialista Stratasys, e che ora entra all'interno del week end di gara.

Un segnale importante è vero, ma che al contempo mostra come nel team inglese, le speranze di poter risolvere brevemente i propri problemi - insieme allo spostamento dell'attenzione anche sulla 500 miglia di Indianapolis - siano scarne. I week end infatti, per il terzo anno di fila, saranno praticamente dei banchi di prova di sviluppo per un futuro non meglio definito. Un'arma in più certo, ma evidentemente, c'è fretta di portare in pista qualcosa di nuovo, di affinare la macchina.

Certo è che la soluzione tecnica è decisamente affascinante, considerando come in questa maniera i tempi di realizzazione si ridurranno drasticamente. Per il futuro quindi, forse non si vedranno più ali portati da progettisti in aereo in stiva prima del week end di gara. Sarà un tema che potrebbe avere sviluppi estremamente interessanti. Immaginate solo se un campionato dovesse decidersi nelle ultimissime gare che vantaggio potrebbe essere trovare quello sviluppo anche piccolo da poter realizzare magari nella notte tra il sabato e la domenica di una gara.

"La capacità di modellare, costruire e valutare in modo rapido un nuovo componente è una risorsa inestimabile per qualsiasi organizzazione dinamica e in rapida evoluzione." Ha spiegato il team director Eric Boullier "È ormai chiaro che l'affidamento del settore dei motori sportivi alla prototipazione rapida e alla fabbricazione additiva, nonché la capacità di ridurre radicalmente il time-to-market sono in crescita e la nostra alleanza con Stratasys sembra proprio darci il giusto supporto in tal senso"
McLaren's Spanish driver Fernando Alonso takes a corner during a practice session for the Formula One Chinese Grand Prix in Shanghai on April 8, 2017.  / AFP PHOTO / GREG BAKER        (Photo credit should read GREG BAKER/AFP/Getty Images)

  • shares
  • Mail