Giovinazzi sogno finito? Wehrlein correrà in Bahrain

Un tweet del team svizzero ufficializza il ritorno del tedesco. Un peccato per Antonio che poteva cancellare l'incidente in Cina

Sauber F1 team Italian driver Antonio Giovinazzi takes part in the drivers parade prior to the start of the Formula One Australian Grand Prix in Melbourne on March 26, 2017. / AFP PHOTO / SAEED KHAN / --IMAGE RESTRICTED TO EDITORIAL USE - STRICTLY NO COMMERCIAL USE--        (Photo credit should read SAEED KHAN/AFP/Getty Images)
Formula 1 - Prima o poi doveva accadere. Anzi, considerando che si trattava di un'occasione eccezionale, nel vero senso del termine, non ci si può dispiacere troppo ed essere allo stesso tempo comunque contenti per il ritorno di un pilota che ha avuto dei problemi fisici. La notizia: Pascal Wehrlein sarà presente al fine settimana del Bahrain al volante della Sauber C36. Quindi, sicuramente, il pilota tedesco inizierà il weekend del terzo Gran Premio stagionale dopo aver saltato i primi due GP e aver lasciato spazio ad Antonio Giovinazzi.

Ad Al Sakhir il tedesco di scuola Mercedes salirà su quella che, in effetti, è la sua monoposto, notizia che è stata comunicata ufficialmente tramite un tweet della squadra svizzera.

Cresce quindi l'amaro in bocca per la prestazione di Giovinazzi in Cina. O meglio, qui bisogna aprire un capitolo a parte ed essere molto chiari. Giovinazzi non è certo un fenomeno stellare, non è stato un campione a Melbourne e non è stato neanche un brocco a Shanghai. Antonio Giovinazzi è un eccellente giovane promessa che ha mostrato doti di velocità rare ed anche di testa.

Durante il primo round stagionale ha corso senza aver provato la macchina, salendo al sabato e mostrando delle prestazioni eccellenti, tanto da aver portato in dodicesima piazza la Sauber, consentendo al team di Monicha Kalterbon di occupare un posto sopra la McLaren nella generale.

MONTMELO, SPAIN - MARCH 09:  (EDITORS NOTE: Image was altered with digital filters.)  Pascal Wehrlein of Germany and Sauber F1 poses for a portrait during day three of Formula One winter testing at Circuit de Catalunya on March 9, 2017 in Montmelo, Spain.  (Photo by Mark Thompson/Getty Images)

In Cina, la velocità è rimasta invariata. Anzi, è stato perfino più veloce Antonio, tanto da aver passato anche lo scoglio del Q1. Un peccato per quell'incidente che ha rovinato le sue qualifiche. Ci può stare certo, ma il problema si è ripetuto, con un acquaplaning senza preavviso. Cose che possono capitare è vero, ma nel mondo della Formula Uno - purtroppo - il margine di errore è veramente basso. Ne era cosciente anche lo stesso pilota quando poi a fine giornata diceva "ho imparato che fai tanto per arrivare a questo livello e poi basta poco per poter rovinare tutto".

Sperava in un'ulteriore chance Giovinazzi, ma evidentemente la storia ha preso un'altra strada. Questo ovviamente non toglie quanto di sorprendentemente buono ha fatto il pilota italiano che sarà presente come terzo pilota Ferrari in Bahrain. E chissà, se ci sarà l'occasione - strano che Wehrlein non fosse presente la settimana scorsa ed ora si... qualcuno nel paddock parlava di problemi di vista - magari per Giovinazzi si potrà presentare l'occasione di confermare quanto fatto di buono e cancellare quanto di sbagliato.


© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail