Volkswagen: partnership con Mobvoi per la mobilità del futuro

Volkswagen e Mobvoi si alleano per sviluppare tecnologie da destinare alle auto del futuro.

intelligenza-artificiale

In quello che fino a qualche decennio fa era considerato il paese delle biciclette per eccellenza, Volkswagen Group China, filiale del colosso di Wolsfburg, ha investito 180 milioni di dollari per la partnership con Mobvoi, azienda cinese specializzata in sistemi di riconoscimento vocale e tecnologie basate su intelligenza artificiale.

La joint venure siglata tra Volkswagen e Mobvoi punta a sviluppare applicazioni automotive basate su tecnologie di riconoscimento vocale all'avanguardia e di elaborazione del linguaggio per creare “nuove forme di tecnologia e di mobilità people-oriented”. Come riporta China Money Network, è un accordo che viene definito dalle parti una “pietra miliare”  per l’A.I. e l’intera industria automobilistica cinese. I primi prodotti, destinati ad un'ampia gamma di Volkswagen ma anche ad altri costruttori interessati, comprenderanno lo specchio retrovisore intelligente di Mobvoi, oltre a alla possibiltà di gestire navigatore, infotainment e messaggi tramite input vocale.

Mobvoi è un'azienda fondata nel 2012 da ex ricercatori di Google, Li Zhifei e Mike Lei. Oltre a sviluppare la tecnologia di riconoscimento vocale e di elaborazione del linguaggio destinate all'industria automobilistica, produce anche dispositivi intelligenti indossabili, come gli smartwatch.

Dall'inizio di quest'anno rientra nella top ten delle aziende cinesi che hanno l'intenzione di lanciare la sfida, sul vasto territorio delle applicazioni basate su intelligenza artificiale, alla leadership detenuta in questo settore dalle aziende statunitensi, canadesi ed europee.

  • shares
  • Mail