Prende 400 multe, ma risulta irreperibile

Girava tranquillo con la sua auto nonostante le numerose sanzioni a suo carico.

Due giorni fa, a Roma, la Polizia Locale è riuscita a bloccare un’automobilista che, nonostante avesse ben quattrocento multe spiccate a suo carico, continuava a risultare irreperibile. L’uomo di 43 anni guidava beato e tranquillo la sua Land Rover senza tener conto minimamente delle sanzioni che era impossibile notificargli.

Una “mandrakata” degna del famoso film Febbre da Cavallo che permetteva all’automobilista di viaggiare con l’assicurazione scaduta, senza revisione, con la patente sospesa e, dulcis in fundo, a bordo di un’auto intestata al fratello deceduto. L’uomo ha approfittato del fatto che lo scorso anno era stato fermato dai Vigili Urbani per un semplice controllo, tutto era risultato regolare tranne che per la mancanza dei documenti, cosa che ha permesso all’uomo alla guida di spacciarsi per il fratello, grazie all’identità garantita dalla compagna.

Ma quando l’uomo non si è presentato al comando dei Vigili per portare in visione i suoi documenti sono iniziate le verifiche. Il fratello risultava residente in Spagna ed è trascorso molto tempo prima che il Ministero dell’Interno iberico, tramite l’intervento dell’ambasciata italiana, comunicasse l’impossibilità di rintracciare questa persona. A questo punto sono scattati gli appostamenti dei Vigili Urbani capitolini che hanno fermato e condotto presso il Comando del I Gruppo Trevi l’uomo e la sua compagna. L’Autorità Giudiziaria procederà nei confronti dell’automobilista in merito al reato di sostituzione della persona, mentre sarà compito del Dipartimento delle Risorse Economiche notificare i quattrocento verbali non pagati.

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Brevi

Link a notizie brevi sul mondo dell'auto

Tutto su Brevi →