Mazda sceglie il ciclo Miller

Da sempre innovatrice nel settore motoristico (recentemente si è festeggiato il quarantesimo compleanno della tecnologia Wankel), Mazda decide di rafforzare la propria immagine rispolverando per la rinnovata 2 il propulsore con ciclo Miller. Quest’ultimo, strutturalmente simile ai “colleghi” Otto e Diesel, ritarda la chiusura della valvola di aspirazione, per ridurre le perdite di pompaggio e


Da sempre innovatrice nel settore motoristico (recentemente si è festeggiato il quarantesimo compleanno della tecnologia Wankel), Mazda decide di rafforzare la propria immagine rispolverando per la rinnovata 2 il propulsore con ciclo Miller.
Quest’ultimo, strutturalmente simile ai “colleghi” Otto e Diesel, ritarda la chiusura della valvola di aspirazione, per ridurre le perdite di pompaggio e migliorare il rendimento termodinamico. L’unico aspetto negativo è la riduzione della potenza. Il propulsore in questione ha una cilindrata di 1,3 litri che, abbinato ad un cambio CVT, assicurerebbe percorrenze nell’ordine dei 4.3 litri per 100 km (23 km/litro), un miglioramento di circa il 20% rispetto al motore attuale.

Purtroppo non si sa ancora nulla riguardo alla cavalleria, né tanto meno sulle prestazioni. Il debutto è invece previsto per il prossimo luglio.
Via | Carscoop

Ultime notizie su Anticipazioni

Anticipazioni, bozzetti e foto spia delle auto in arrivo nei prossimi anni

Tutto su Anticipazioni →