Ufficiale: PSA compra Opel per 1,3 miliardi di euro

Il gruppo francese diventa il secondo costruttore auto in Europa dopo Volkswagen.

Il gruppo francese PSA (Peugeot Citroen) ha annunciato ufficialmente l’acquisto della tedesca Opel per 1,3 miliardi di euro, diventando così il secondo costruttore auto in Europa dietro Volkswagen.

Il numero uno di Peugeot-Citroen-Ds, Carlos Tavares, in conferenza stampa a Parigi, ha commentato così l’accordo rivolgendosi alla stampa nel quartier generale di Psa sull’avenue de la Grande Armée: “L’obiettivo è essere secondi sul mercato europeo“. “È l’inizio di una nuova era“, gli ha fatto eco la numero uno di General Motors, Mary Barra.

Oltre all’acquisto di Opel e del marchio britannico Vauxhall, Peugeot-Citroen-Ds prenderà il controllo insieme alla banca BNP Paribas della filiale finanziaria di GM Europe, per 900 milioni di euro. Con l’acquisto, il costruttore aumenta la sua capacità di produzione, passando da tre milioni di veicoli prodotti annualmente a oltre quattro milioni. “Siamo fiduciosi nella significativa accelerazione del risanamento di Opel/Vauxhall con il nostro sostegno, nel rispetto degli impegni assunti da Gm verso i dipendenti“, dice in una nota Carlos Tavares, tornando a fornire tutte le garanzie ai lavoratori di Germania e Gran Bretagna, dopo le rassicurazioni dei giorni scorsi. L’operazione posiziona il gruppo parigino al secondo posto in Europa, con una quota di mercato del 17% e PSApunta ad ottenere dall’acquisto di Opel sinergie per 1,7 miliardi di euro l’anno entro il 2026, ma già 1,1 miliardi entro il 2020.

Gli analisti valutano il costo della ristrutturazione del nuovo gruppo nell’ordine dei 1,6 miliardi di euro, ma Tavares rassicura ancora sul taglio eventuale di alcuni stabilimenti: “Non se ne dovrà chiudere neanche uno. Ora dobbiamo entrare in un processo che si affidi prima di tutto al talento dei collaboratori“.

Calma in Italia

Il centro ricerche di Torino resterà nel perimetro delle attività di Gm, è escluso dalla vendita ai francesi e dunque resterà l’unico baluardo della casa di Detroit in Europa. Questa dichiara Federico Bellono, segretario generale della Fiom torinese, dopo “le rassicurazioni dei vertici del gruppo ai delegati“. “Questa notizia – ribadisce il sindacalista- sgombra il campo da una prima preoccupazione, su eventuali sovrapposizioni con l’analogo centro di ricerca di Psa. Ora serve un incontro innanzitutto con Gm sulle prospettive di una importante realtà di oltre 700 persone, che per Gm a livello mondiale si occupa principalmente di motori diesel“.

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Opel

Opel viene fondata nel 1895 dal tedesco Adam Opel, inizialmente specializzato nella produzione di macchine da cucire. La sua attività si sviluppa rapidamente e già nel 1886 [...]

Tutto su Opel →