Nuove immagini della Vw Golf GTI W12

E’ stata finalmente svelata al pubblico la Golf più cattiva di sempre, il prototipo GTI W12 da 650Cv, di cui ci avevamo già mostrato le foto in anteprima. Finalmente vediamo una immagine anche degli interni e, osservando l’auto in un contesto reale, ci rendiamo conto di quanto sia più bassa ed enormemente più larga rispetto

di Ruggeri


E’ stata finalmente svelata al pubblico la Golf più cattiva di sempre, il prototipo GTI W12 da 650Cv, di cui ci avevamo già mostrato le foto in anteprima. Finalmente vediamo una immagine anche degli interni e, osservando l’auto in un contesto reale, ci rendiamo conto di quanto sia più bassa ed enormemente più larga rispetto ad una normalissima Golf.

La show car, creata in occasione di uno dei più importanti raduno del marchio che si tiene ogni anno in Austria, fa notizia sopratutto per ciò che si nasconde sotto al confano: il W12 biturbo, che equipaggia normalmente la Bentley Continental GT, è stato modificato per raggiungere 650Cv, 750Nm di coppia e spingere la 3 porte vitaminizzata a 325km/h !

https://www.autoblog.it/galleria/vw-golf-gti-w12/10
https://www.autoblog.it/galleria/vw-golf-gti-w12/10
https://www.autoblog.it/galleria/vw-golf-gti-w12/10


E’ più bassa di 7 centimetri rispetto alla vettura di serie, 16 cm più larga e le gomme 295 su cerchi da 19″ costruiti su misura, emulando il disegno della GTI stradale, faticano a contenere la spinta poderosa che permette di passare da 0 a 100 km/h in 3,7 secondi.

I progettisti hanno comunque stabilito sin dall’inizio che l’auto, pur estrema, doveva mantenere quanto più possibile i tratti somatici della immortale GTI. Tutto ciò si scontrava con la necessità di raffreddare i bollenti spiriti del W12 ed avere un buon effetto suolo per evitare alettoni di dimensioni imbarazzanti al posteriore. Alla fine l’auto è stata ridisegnata in moltissime parti, mantenendo lo stile e le sembianze della GTI di serie, con un largo utilizzo di fibra di carbonio. Ad esempio è totalmente in fibra l’ala posteriore, parte integrante del design del tetto e per il frontale sono stati riutilizzati i fari di serie.

Per gli interni si è fatto largo uso di pelle ed alcantara; i sedili da competizione hanno un design inedito e sono stati aggiunti comandi e strumenti aggiuntivi nella parte superiore della plancia. Al posto del cassetto portaoggetti si trova il sistema integrato di estinzione contro eventuali incendi e, per ragioni di peso, i pannelli porta sono stati eliminati e sostuiti da materiale trasparente che mostra i meccanismi interni. Per finire una curiosità: tra gli interruttori della plancia, ce nè uno che può eliminare totalmente l’ESP, una scelta davvero coraggiosa viste le prestazioni “missilistiche” del prototipo !

Via | Carscoop.blogspot.com

Ultime notizie su Hatchback

Hatchback

Tutto su Hatchback →