Mvmant: la mobilità condivisa promossa dai tassisti [Video]

Il nuovo servizio di mobilità condivisa è attivo a Mestre: le informazioni, il prezzo ed il percorso di Mvmant

La mobilità condivisa, tramite una app, questa volta promossa dai tassisti. E’ Mvmant, il nuovo servizio entrato in vigore la scorsa settimana a Mestre, sull’idea realizzata da una società di Catania e pronta a fare il suo esordio anche a Dubai. Un servizio che ricorda un po’ quanto provato nel dicembre 2015 da Uber a Roma con Linea U, ma con l’utilizzo dei taxi e destinato a non essere solo una prova.

L’avvio è avvenuto, in fase sperimentale, con quattro taxi e due linee di percorrenza, per un servizio attivo dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 20. Queste linee sono state definite tramite un sondaggio effettuato sul sito ufficiale di Mvmant, in cui veniva chiesto agli iscritti il percorso da loro preferito e dove l’80% di essi aveva dichiarato di essere disposto a rinunciare all’auto, con un servizio di trasporto urbano efficiente.

Queste due linee percorrono il centro di Mestre, con numerosi punti di prelievo, con l’obiettivo (iniziale) di coprire principalmente i tragitti casa-lavoro e casa-scuola degli utenti. Si può prenotare e pagare direttamente la corsa dal proprio smartphone, inserendo il punto di partenza e di arrivo, con un costo di 0,85 euro al chilometro come tariffa base. L’app calcola il tragitto e lo rielabora insieme a quello di altri utenti, per realizzare un’unica corsa efficiente.

Ultime notizie su Ambiente/Ecologia

Tutto su Ambiente/Ecologia →