Google: altro passo verso il proprio ride sharing

Le auto a guida autonoma di Google indicheranno un luogo sicuro dove poter far salire o scendere i passeggeri del servizio

Google prosegue il suo sviluppo della guida autonoma e fa un nuovo passo avanti, legato alla volontà di lanciare un servizio di ride-sharing. Il colosso di Mountain View sta lavorando ad un nuovo brevetto, per determinare il luogo più sicuro dove poter raccogliere o far scendere i passeggeri dalle vetture senza conducente. Evitando, ad esempio, i cantieri e le corsie riservate ai veicoli di emergenza.

Come riportato da The Verge, infatti, l’utente indicherà il luogo dove intende prendere la vettura ed il nuovo sistema di Google fornirà una serie di posizioni sicure dove poter attendere, salire oppure scendere dall’auto senza conducente. Queste posizioni possono includere anche quella richiesta dall’utente, se ritenuta sicura, o essere vicine ad essa.

Waymo, la startup nata da uno spin-off di Google alla fine del 2016 per le self-driving car, sta appunto pensando al lancio di un servizio di ride-sharing con le Chrysler Pacifica a guida autonoma, in competizione con Uber e Lyft. Questo servizio utilizzerebbe i dati sul traffico e la mappatura Waze di Google.

Ultime notizie su Google

Google è la principale società al mondo nel ramo dei servizi internet. Gli anglofoni direbbero che questo è il suo core business, ma di recente l’azienda ha diversificato le sue attività e da qualche tempo è diventata an [...]

Tutto su Google →