Chery accusata di spionaggio

I cinesi giocano sporco. I coreani rispondono… Dopo essere balzati ai (dis)onori della cronaca internazionale per il caso QQ (un clone della Chevrolet Matiz che fece subito scattare una denuncia), Chery ci ricasca, questa volta in maniera più subdola. Il costruttore cinese avrebbe “gentilmente” offerto 185.000 euro a due dipendenti della Kia, affinché i disonesti

I cinesi giocano sporco. I coreani rispondono…
Dopo essere balzati ai (dis)onori della cronaca internazionale per il caso QQ (un clone della Chevrolet Matiz che fece subito scattare una denuncia), Chery ci ricasca, questa volta in maniera più subdola.
Il costruttore cinese avrebbe “gentilmente” offerto 185.000 euro a due dipendenti della Kia, affinché i disonesti soggetti vendessero qualche segreto tecnologico riguardante la Sorento e un modello di prossima uscita. Secondo le indiscrezioni, questi documenti sarebbero anche circolati attraverso una società di consulenza ingegneristica nel tentativo di farli svanire.

Kia si è ovviamente risentita per questo tentato furto, tanto da manifestare la propria fermezza nel portare avanti la causa legale.
Dopo questo doppio colpo gobbo, ci saranno ripercussioni sull’accordo siglato da Marchionne relativo alla produzione delle Alfa in Cina e affidato per l’appunto alla scorretta Chery?
Via | Quattoruote

Ultime notizie su Crossover

La parola inglese crossover viene utilizzata in ambito automobilistico per indicare una vettura d’impostazione ibrida, realizzata a cavallo fra due segmenti e non ascrivibile ad alcuno dei due. Questa è la definizione più l [...]

Tutto su Crossover →