Uber alla Corte Europea: i possibili scenari

La sentenza della Corte UE su Uber è attesa entro la fine del 2017 e potrebbe anche rivoluzionare la sharing economy

Barcelona Cabs Strike Against Uber Taxi App

Uber – La Corte di giustizia europea ha iniziato la discussione sulla vicenda riguardante Uber, il servizio di noleggio con conducente che sta facendo discutere e causando polemiche e proteste in tutto il mondo. La controversia è nata a Barcellona tra la società di San Francisco e l’associazione locale dei taxi, che accusa Uber di violare le norme locali sul trasporto. Ma la sentenza, attesa entro la fine del 2017, non investirà solo la Spagna, ma si applicherà in tutta Europa.

La domanda base è una: Uber è un’app oppure una società di trasporti? Se la Corte europea propenderà per la prima ipotesi, cadrebbero tutte le sospensioni attualmente vigenti (anche in Italia) sul servizio e si andrebbe probabilmente anche verso una liberalizzazione dei taxi. La seconda, invece, costringerebbe Uber a sottostare a regole molto più stringenti, con la necessità di autorizzazioni e controlli tariffari. Sicuramente la fine di UberPop, con altri servizi a rischio.

Resta aperta anche la possibilità di qualche soluzione intermedia, che possa far coesistere 'in pace' Uber ed i taxi, anche se al momento non ci sono ipotesi su come potrebbe venir stilata. Non solo la società americana e quelle dei tassisti guarderanno con attenzione alla sentenza, perché potrebbe poi cadere a cascata su altri servizi di sharing economy discussi dagli operatori tradizionali, sullo stile di Airbnb.

  • shares
  • Mail