Toyota riduce i costi dell’ibrido

La Toyota crede nell’ibrido, tanto da investire fior fior di quattrini in questa tecnologia che rappresenterà il futuro della mobilità su quattro ruote, sia a breve che a medio termine. Però Toyota sa anche che attualmente l’ibrido ha alcuni svantaggi che lo rendono difficilmente appetibile rispetto ad un diesel di ultimissima generazione. Il problema maggiore



La Toyota crede nell’ibrido, tanto da investire fior fior di quattrini in questa tecnologia che rappresenterà il futuro della mobilità su quattro ruote, sia a breve che a medio termine.
Però Toyota sa anche che attualmente l’ibrido ha alcuni svantaggi che lo rendono difficilmente appetibile rispetto ad un diesel di ultimissima generazione.

Il problema maggiore è quello dei costi legati alla componente “verde”. Il colosso nipponico, in vista della prossima “spartiacque” Prius, vorrebbe introdurre una nuova generazione di motori, batterie e invertitori che dovrebbero assicurare una sensibile riduzione delle spese, che porterebbe dei benefici anche sul prezzo finale dell’auto.

La novità più succosa che dovrebbe debuttare sulla prossima berlina è quella degli ioni di litio, anche se non è esclusa la tecnologia dell’ibrido plug-in: il motore elettrico funzionerebbe in maniera indipendente e si potrebbe anche ricaricare da una normalissima presa di corrente.

Secondo le parole di Masatami Takimoto, vice presidente responsabile dello sviluppo motori della casa giapponese, “il nostro obiettivo sarà quello di vendere annualmente, e quanto più presto possibile, 1.000.000 di auto a doppia alimentazione. Per perseguire questo scopo sarà fondamentale l’abbattimento dei costi, soprattutto per quanto riguarda le componenti legate alla propulsione elettrica”.

Inoltre lo stesso Takimoto svela che “entro il 2020 la totalità della nostra gamma potrà disporre di una variante ibrida”.

Nel 2006 in Toyota sono state vendute 313.000 auto a doppia alimentazione, ma il target per l’anno in corso è di ben 430.000, nonostante la Prius abbia accusato un sensibile calo negli Stati Uniti.

Ultime notizie su Curiosità

Abbiamo raccolto le notizie le più strane, i video i più divertenti e le auto più originali: scopri con noi le curiosità del mondo automobile e condividi con noi i tuoi aneddoti insoliti.

Tutto su Curiosità →