Chrysler venduta a Cerberus: addio Mercedes...

DaimlerChryslerDaimlerChrysler non esiste più. Chrysler, unita al gruppo tedesco con un'operazione allora di grande effetto nel 1998, è stata alla fine venduta ad un fondo privato di investimenti, Cerberus Capital Management, già legata al mondo automobilistico come braccio finanziario di GM, e che ora annovera tra i consulenti niente meno che Wolfgang Bernhard, responsabile in passato sia di Chrysler che di Volkswagen.

"Siamo fiduciosi di avere trovato la soluzione in grado di creare il maggiore valore per tutti, sia per Daimler sia per Chrysler. Con questa operazione abbiamo posto le giuste condizioni per un nuovo inizio per le due società". Questo il commento di Dieter Zetsche all'annuncio dell'acquisto da parte di Cerberus per 5,5 miliardi di euro l'80,1% della futura nuova società Chrysler Holding, di cui la stessa Daimler manterrà il 19,9%: la holding controllerà il 100% di Chrysler Corporation, destinata a vendere e produrre i veicoli Chrysler, Dodge e Jeep, e di Chrysler Financial Services.

Il nuovo assetto societario comporterà una serie di cambiamenti, sia in termini prettamente economici, sia dal punto di vista operativo: ad esempio, dovrebbe proseguire una forma di collaborazione tecnica tra Daimler - che proprio oggi potrebbe cambiare nome in Daimler AG - e Chrysler, mentre il nuovo consiglio di amminsitrazione della casa americana sarà ridotto a 6 membri, e tra questi dovrebbero mancare il ceo uscente, Tom LaSorda, ed anche lo stesso Wolfgang Bernhard.

Vedremo ora quali saranno gli sviluppi di questa separazione annunciata da tempo.

  • shares
  • Mail
92 commenti Aggiorna
Ordina: