La nuova Audi A3 pronta nel 2010

Audi A3 2010

Mentre sono ormai prossime all’uscita sul mercato la nuova A4 (ancora pochi mesi) e la esordiente A5, Audi sta pensando a rinnovare la sua compatta di lusso. La nuova generazione della A3 dovrebbe esordire nel tardo 2009 ed essere commercializzata nel 2010.

I motori della nuova segmento C Audi saranno tutti rivisti,potenziati e adeguati alle norme Euro5 in vigore dal 2009 . I TDI abbandoneranno la tecnologia iniettore pompa a favore delCommon-rail (fra i nuovi motori della gamma A3 ci dovrebbe essere anche il 2.0TDI da 204cv recentemente annunciato). Quasi sicura anche una nuova versione del cambio DSG ancora più efficiente e perfezionata, con l'aggiunta di un settimo rapporto.

Ovviamente non mancheranno gli stilemi delle ultime Audi (in primis la A5) come i leds integrati negli specchietti retrovisori e nei gruppi ottici anteriori. Questi ultimi funzionerebbero da luci diurne.
La A3 dovrebbe essere disponibile in tre carrozzerie: la due porte assumerà una linea maggiormente filante, con padiglione meno spiovente e con richiami alla coupè A5; poi sarà il turno della nuova Sportback (vera gallina dalle uova d’oro per Audi) che invece avrà un lunotto più spiovente e due porte in più; infine arriverà la cabrio (curioso notare quanto sarà breve la vita della cabriolet derivata dall’attuale generazione e attesa per il prossimo anno).

Non mancheranno versioni ibride probabilmente costruite insieme alla Mercedes-Benz. Tutto sommato bisognerebbe capire se la nuova A3 si avvarrà dei nuovi telai MLB (che garantiscono costi di progettazione assai minori rispetto al passato) prendendo in prestito il telaio della A4/A5 opportunamente modificato, oppure continuerà a condividere il telaio con la sua sorellina "meno nobile", la Golf VI (2008).

Nel primo caso, i vantaggi in termini di immagine e prestigio sarebbero elevati e la A3 smetterebbe di avere la nomea di “Golf dei ricchi”. Inoltre l’adozione del nuovo telaio garantirebbe, grazie al motore montato in senso longitudinale e arretrato verso l’abitacolo, doti stradali assai migliorate.

In ogni caso, anche se i propulsori rimanessero in posizione trasversale, la trasmissione Quattro con il nuovo sistema QVT dovrebbe essere ugualmente disponibile: infatti il sistema , con giunto viscoso, è molto simile nell’architettura al sistema Haldex dell’attuale A3 e di conseguenza sarebbe facile adattarlo sulla nuova A3 sperando in una ripartizione della coppia motrice più efficace.

Via | Auto Motor und Sport

  • shares
  • Mail
138 commenti Aggiorna
Ordina: