BMW Next 100 Festival: i campioni del passato [Video]

I 100 anni BMW raccontati dalle leggende del motorsport.

Nel weekend del BMW Next 100 Festival a Monza abbiamo avuto l’occasione di intervistare alcuni campioni del passato prima che si mettessero a bordo delle BMW che hanno fatto la storia del motorsport. Alcuni dei modelli più particolari della storia sportiva dell’Elica sono infatti scesi in pista a Monza per una parata tra i cordoli dell’autodromo: ognuno di questi era guidato da una delle leggende del motorsport BMW.

Tra i nomi di spicco presenti a Monza c’era Johnny Cecotto, il pilota venezuelano di origini italiane che tra gli anni settanta e gli anni ottanta ha vinto due Mondiali in moto ed ha partecipato a due stagioni di Formula 1, per poi vincere con BMW il Campionato Italiano Turismo nel 1989, replicandosi in Germania nel 1994 e nel 1998. Insieme a Cecotto in pista è sceso anche Roberto Ravaglia che negli anni ottanta corse con BMW nelle endurance e nei Campionati Turismo.

Proprio Ravaglia ha legato indissolubilmente tutta la propria carriera agonistica al marchio dell’Elica, vincendo, tra le altre cose, un Mondiale, 2 Campionati Europei, 3 24 Ore di Spa e 2 24 Ore del Nurburgring. A Monza era presente anche Riccardo Patrese che ha portato in pista la sua Brabham BT52 con la quale corse in Formula 1. Proprio Patrese ci ha raccontato che proprio la BT52 è l’auto da corsa a cui è più legato in assoluto: proprio con quest’auto nel 1983 vinse in Sud Africa piazzandosi davanti ad Andrea de Cesaris e a Nelson Piquet.

Ultime notizie su BMW

BMW viene fondata nel 1913 e si dedicò inizialmente alla produzione di aerei. Il suo acronimo rappresenta la traduzione di Fabbrica di Motori Bavarese e ne descrive la missi [...]

Tutto su BMW →