Il Senato USA propone il limite dei 14,8 km/l entro il 2020

Indicatore benzinaIl Senato degli Stati Uniti ha appena approvato una proposta di legge che impone ai costruttori automobilistici di abbassare il consumo medio della loro gamma modelli di un 4% per ogni anno a partire dal 2011; in questo modo i livelli medi di consumo arriverebbero a 14,88 km/l nel 2020, anche se la proposta non dà indicazioni a così lungo termine.

Se la proposta venisse convertita in legge, si tratterebbe allora di una svolta epocale (e non proprio indolore) per l'industria automobilistica nordamericana.

Alcuni senatori repubblicani si sono già opposti all'iniziativa, accampando una palese ingiustizia verso i produttori USA, le cui vendite dipendono in gran parte da SUV, pick-up e grosse cilindrate.

Per venire incontro ai costruttori, la proposta di legge suggerisce al dipartimento dei trasporti di stabilire diverse procedure di accertamento dei consumi in base alle categorie di peso e dimensione dei veicoli.

Se passasse la proposta i consumi annui degli automobilisti americani potrebbero scendere di 2,1 milioni di barili di petrolio entro il 2025 (ora sono 20,9 milioni) e le emissioni dei gas di scarico si ridurrebbero del 18%.

Anche la Camera dei Rappresentanti si dà da fare e ha in preparazione una legge per incentivare l'utilizzo dei carburanti alternativi; a questa e altre iniziative continuano ad opporsi i costruttori USA per via dei costi di adattamento dei mezzi, stimati in 114 miliardi di dollari.

Via Motor Authority

  • shares
  • Mail
97 commenti Aggiorna
Ordina: