Scuderia Ferrari Club Abano Terme: la festa per il 20° compleanno [Gallery]

Nelle giornate di Sabato e Domenica, in concomitanza con la fiera Auto Moto d'Epoca, si è celebrato a Padova il ventennale di quello che è uno dei club Ferrari più numerosi e attivi di tutto il Veneto

E' stato un fine-settimana ricco di eventi a tema motoristico, quello padovano. Nei giorni di Auto Moto d'Epoca, la fiera dedicata al mondo dei motori in chiave vintage, la città veneta è diventata la capitale italiana dell'automobilismo storico e sportivo.

Oltre all'importante appuntamento con il Salone di Padova, nelle giornate di Sabato e Domenica si è celebrato, con una grande festa di due giorni, il 20° compleanno di uno dei Ferrari Club più attivi e numerosi del Veneto: lo Scuderia Ferrari Club Abano Terme.

La festa per il ventennale è iniziata sabato 22 con l'incontro Ferrari in piazza Carmignotto a Montegrotto Terme, per poi proseguire la mattina successiva a Padova in Prato della Valle di fronte alla chiesa di Santa Giustina, proprio mentre si svolgeva (sul lato opposto dell'enorme piazza) anche il raduno per i 40 Anni della VW Golf GTI.

Durante l'evento, patrocinato dai comuni di Padova, Abano e Montegrotto Terme, vi era la possibilità di effettuare giri dimostrativi come passeggero sulle rosse di Maranello: i fondi raccolti verranno devoluti in beneficienza alla Casa di Fuga per le donne vittime di violenza del Comune di Padova.

Presente anche una Ferrari da F1 con tanto di team di meccanici al seguito: il pubblico ha avuto l'occasione di assistere a un vero e proprio pit-stop, oltre che di divertirsi sui simulatori e provare l'ebbrezza -anche se solo virtuale- di sedersi al volante di una vettura da corsa del Cavallino Rampante.

Nella tarda mattinata di domenica il corteo di oltre 60 vetture di Maranello si è spostato in centro a Padova, sul "Liston" di fronte al celebre Caffè Pedrocchi, dove i passanti hanno potuto ammirare da vicino i potenti bolidi emiliani.

Tra le "chicche" da segnalare, sicuramente la celebre Ferrari 250 GT/E del Maresciallo Armando Spatafora, vero incubo dei fuorilegge romani degli anni '60. Lampeggianti, livrea nerissima con il la pantera simbolo della Squadra Mobile e un rombante V12 sotto al cofano: i criminali non avevano certo vita facile con questa "volante" d'eccezione.

Il miglior modo di chiudere il week-end patavino interamente dedicato ai motori!

  • shares
  • Mail