Addio chiave: per aprire l'auto basta un dito... e l'iPhone

Basta un'impronta sull'iPhone per aprire la vettura, e non è fantascienza.

touchid-apple.jpg

Lo smartphone ha nella versatilità una delle sue doti migliori, potete usarlo come contenitore di biglietti digitali di treni e aerei, come fotocamera, nella peggiore delle ipotesi anche come torcia. L'iPhone a breve potrà essere anche in grado di replicare anche le vostre chiavi, in particolare quella dell'auto.

Mashable infatti ha scovato sepolto in un report di Bloomberg riguardo al ridimensionamento dei piani dell'azienda di Cupertino sull'auto a guida autonoma, una vera e propria perla: "Apple ha immaginato un'auto elettrica in grado di riconoscere il suo proprietario dall'impronta digitale, avviarsi e cominciare a navigare in automatico con la pressione di un pulsante".

touchid-apple.png

In altre parole, sarà possibile avviare l'auto grazie al Touch ID, il riconoscimento dell'impronta digitale dell'iPhone, una pratica che ha tutte le carte in regola per diventare quanto mai cool, sia che Apple decida di realizzare una propria vettura, sia che ci rinunci.

Quella dell'impronta digitale è anche una proposta in grado di accendere gli animi di tutti gli appassionati di tecnologia, dei fan della Mela e non solo. In un'epoca però in cui l'auto connessa incorpora enormi possibilità, ma anche grossi rischi per la sicurezza (non ancora valutati ed arginati del tutto), rimane da capire se questa soluzione non apra nuove falle o possibilità d'accesso per gli hacker.

Apple dal 2014 ha dei progetti riguardo all'auto a guida autonoma, ma la direzione in cui il lavoro si evolverà non è ancora chiara. Innovazioni come l'apertura tramite impronta digitale sono in programma entro la fine del 2017. Già ora sono numerosi i brand automotive che hanno introdotto l'apertura delle portiere tramite app, o l'accensione del motore, e c'è da credere che in molti siano già al lavoro anche sull'apertura tramite impronta, indipendentemente dai progetti di Apple sulle quattro ruote.

 

  • shares
  • Mail