Uber: incidente a Pittsburgh durante i test self driving car

Quando il computer vi dà un passaggio…

L’obiettivo dell’auto a guida autonoma è sicuramente fattibile, nel giro di qualche anno, ma non è per nulla scontato, nemmeno per Uber. L’azienda di ride sharing nella cittadina di Pittsburgh ha iniziato una sperimentazione proprio di questo tipo di veicoli, e nelle prime settimane i problemi non sono mancati. In particolare, stando a quanto riportano dei testimoni non si sono fatti attendere casi d’incidenti ed episodi in cui le vetture hanno disobbedito ai segnali, come riporta il Daily Mail.

Le auto impegnate nel test a Pittsburgh utilizzano l’autopilota, ma al contempo, a bordo, davanti al volante è posizionato un automobilista in carne e ossa. Proprio un pilota di Uber, dal nome Nathan Stachelek ha rivelato al sito Quartz che un’auto del progetto avrebbe imboccato un senso unico e il pilota a bordo è stato costretto a prendere i comandi ed invertire la rotta. Stachelek ha anche postato sulla sua pagina Facebook il video dell’evento, mentre un collega ha ammesso invece di essere stato testimone di un incidente.

Uber un paio di settimane dopo ha confermato un incidente, non rilasciando però alcun dettagli sugli altri episodi. Volvo e Google da anni sono impegnate in esperimenti sul campo riguardo alla self driving car, con spese da centinaia di milioni di dollari, Uber però è la prima a compiere queste ricerche mentre esercita un servizio pubblico.

Secondo l’azienda, l’assenza del pilota consentirebbe a lungo andare una riduzione dei costi e una diminuzione del traffico, ma non mancano le polemiche e le azioni legali da parte degli attuali driver di Uber e anche tra i passeggeri molti preferirebbero un autista in carne ed ossa.

 

Ultime notizie su Uber

Tutto su Uber →