Fiat in Cina: cambio di partner ?

Secondo le dichiarazioni di Sergio Marchionne, rilasciate ad Istambul in occasione del lancio della nuova Fiat Linea, la casa torinese sarebbe insoddisfatta del partner cinese Nanjing: nonostante alcuni interventi “diplomatici” per cambiare la situazione, sembra infatti che la produzione di auto proceda a rilento, rischiando di allontanare l’obiettivo prefissato di 300.000 auto entro il 2010.A

di Ruggeri

Secondo le dichiarazioni di Sergio Marchionne, rilasciate ad Istambul in occasione del lancio della nuova Fiat Linea, la casa torinese sarebbe insoddisfatta del partner cinese Nanjing: nonostante alcuni interventi “diplomatici” per cambiare la situazione, sembra infatti che la produzione di auto proceda a rilento, rischiando di allontanare l’obiettivo prefissato di 300.000 auto entro il 2010.

A quanto sembra, i ritmi produttivi lenti per Nanjing, con la quale Fiat co-produce la già nota Perla, sarebbero dovuti alle diverse collaborazioni esterne, ma anche all’impegno per il rilancio del marchio MG, acquisito appunto dalla casa cinese. Tra i nuovi partners di Fiat per la produzione di automobili in Cina si fanno i nomi di alcune aziende con i quali esistono già rapporti di collaborazione: Saic, la dinamica proprietaria del marchio Roewe che produce alcuni veicoli pesanti della gamma Stralis, e Chery, che -forse- costruirà le Alfa Romeo 159

Ultime notizie su Fiat

FIAT viene fondata nel 1899 a Torino. L’acronimo FIAT significa Fabbrica Italiana Automobili Torino. Giovanni Agnelli fu aiutato nell’idea di avviare un’azienda automobilistica da numero [...]

Tutto su Fiat →