Nuove ipotesi sul ritorno della 2 CV

Proseguono le indiscrezioni sulla possibile rinascita della Citroen 2CV, in pieno clima di revival automobilistico – Beetle, Mini, 500… Se la prima ipotesi, ovvero una sostituta della C3 Pluriel con elementi stilistici derivati dall’illustre progenitrice, sembrava una proposta tutto sommato plausibile, ora la testata Autoexpress (via Le Blog Auto) propone qualcosa di più ardito.Nel dettaglio,

di Ruggeri

Proseguono le indiscrezioni sulla possibile rinascita della Citroen 2CV, in pieno clima di revival automobilistico – Beetle, Mini, 500… Se la prima ipotesi, ovvero una sostituta della C3 Pluriel con elementi stilistici derivati dall’illustre progenitrice, sembrava una proposta tutto sommato plausibile, ora la testata Autoexpress (via Le Blog Auto) propone qualcosa di più ardito.

Nel dettaglio, la nuova 2CV sarebbe stilisticamente ancora più simile all’originale, ma su una piattaforma più grande, ovvero quella della C4: dal punto di vista strettamente formale, verrebbe mantenuta così la tradizionale abbondanza di spazio del modello francese rispetto alle concorrenti.

Molte altre, però, dovrebbero essere le innovazioni: ad esempio, il motore diesel ibrido, e una riduzione generale dei pesi grazie all’impiego di una carrozzeria in pannelli di plastica. Dal punto di vista “emozionale”, poi, non dovrebbe mancare la possibilità dell’apertura completa del tetto, ed anche un programma di personalizzazione analogo a quello proposto dalle altre vetture moderne ispirate alle auto d’epoca.

Dovrebbe essere venduta ad un prezzo superiore rispetto a quello della C3, e presumibilmente inferiore alle C4, non prima del 2009, anno nel quale potrebbe apparire in forma di concept car. La proposta è interessante, anche se molto distante dal concetto di “quattro ruote con un ombrello”…

Ultime notizie su Anticipazioni

Anticipazioni, bozzetti e foto spia delle auto in arrivo nei prossimi anni

Tutto su Anticipazioni →