Toyota mostra il Flow del nuovo C-HR con il concorso King of the Flow

Toyota alla ricerca del proprio King of the Flow: una vera e propria campagna elettorale tra influencer di quattro città d'Italia. In palio il nuovo C-HR

Che per Toyota il nuovo C-HR sia uno strappo, un passo avanti in termini di stile, design ma anche di tecnica, era un concetto chiaro ed evidente fin dal primo concept mostrato, e assodato durante l’ultimo salone di Ginevra in cui le luci della ribalta avevano mostrato un progetto reale che non si discostava da quello che era il sogno del marchio nipponico: un crossover ibrido che riuscisse a vivere delle due anime Toyota: una cultura che punta alla sostenibilità futura poggiata su solide basi (leggi Ibrido Toyota) con uno stile che andava ad evolvere dei concetti non proprio di uso comune per la casa.

Già, perché il nuovo Toyota C-HR, grazie anche alla sua nuova piattaforma – già utilizzata dalla nuova Prius – ha permesso un riutilizzo migliore degli spazi il che ha portato anche ad una scelta ben preciso sul piano dello stile. Insomma, l’attesa è tanta, perché nell’idea di Toyota, il nuovo C-HR dovrà rappresentare un nuovo corso. Ecco perché, al netto di un mezzo nuovo, anche la comunicazione sarà completamente differente. Anche perché il nuovo C-HR, a vedere anche la cura degli interni, delle proporzioni e dello stile, cerca di sfidare mezzi come il Nissan Qashqai su un terreno finora non del tutto esplorato da Toyota stessa.

Ecco quindi il mood alla base, l’idea di creare un claim distintivo, un’idea alla base che faccia da veicolo (nomen omen è il caso di dirlo) e da tramite. In una parola: Flow. Di cosa si tratta? Di un claim che debba rappresentare quell’energia pulsante, quel tratto distintivo, quel soffio vitale che vive declinato in vari mondi: dall’arte alla moda, dalla musica allo stile passando finanche allo sport.

Ecco, quel soffio vitale è rappresentato perfettamente – secondo la casa – dal Toyota C-HR. Per cercare di mostrare, , sia oramai contaminata da tutta una serie di arti, visioni, stili e realtà diverse. Da veicolare, instillare tale concetto, si è provveduto ad una “contaminazione” di stili, creando una vera e propria campagna elettorale chiamata “King of the Flow”, in cui vari influencer cercando di mostrare quale sia il proprio concetto di Flow.

Due candidati per ognuna delle città selezionate: Milano, Roma, Napoli e Lecce. Come ambasciatori della campagna sono stati scelti Giorgia Palmas e Vittorio Brumotti che saranno voce e volto dell'iniziativa. Tra i protagonisti vi saranno diversi artisti e volti noti originari delle quattro città.

Il flow di Roma sarà rappresentato dall’attore Francesco Montanari e da Alessio Sakara, atleta di arti marziali. Napoli verrà raccontata dall’attore Fabio Troiano e Fabio Attanasio, autore di The Bespoke Dudes. A presentare Lecce e il Salento ci saranno Dolcenera, attrice e cantautrice, e il gruppo musicale dei Sud Sound System. A rappresentare Milano sono invece la fashion blogger Veronica Ferraro e il bassista Saturnino.

La Toyota C-HR viaggerà così tra il parco Gondar di Gallipoli, il Lungomare Caracciolo per il Napoli Pizza Village per poi tornare a Milano per la Fashion Week a settembre. Per scegliere i vincitori si terrà una votazione online direttamente sul sito www.kingoftheflow.it e tutti gli utenti che voteranno avranno l'occasione di essere estratti per vincere una Toyota C-HR.

  • shares
  • Mail