Samsung Galaxy S7 Edge: copilota affidabile

Come si comportano i nostri smartphone quando siamo in automobile? Li proviamo nella nostra nuova rubrica “test-drive”.

Gli smartphone sempre più protagonisti della nostra vita, li usiamo dalla mattina alla sera come strumenti di lavoro o per divertimento. Se gli amici di Mobileblog sono specializzati nel descrivere ogni loro aspetto tecnico, noi ci dedicheremo ad analizzare e testare il loro uso in auto come possibili sostituti di navigatori tradizionali. Ci focalizzeremo a valutare ad esempio la qualità di connessione audio bluetooth o del vivavoce interno piuttosto che la qualità del display. Ovviamente non ci occuperemo di azioni pericolose e vietate dal codice della strada, come telefonare o inviare messaggi.

[rating title=”Samsung Galaxy S7Edge” value=”8″ value_title=”Test Drive Autoblog Mobile” layout=”left”]Samsung Galaxy S7 Edge, arrivato sul mercato lo scorso marzo 2016 ad un prezzo superiore ai 700 euro per la versione 32gb adesso si trova online poco sopra ai 600 euro, rappresenta oggi il top di gamma dei device della casa coreana sia da un punto di vista tecnologico che del design. L’ho provato in auto per capire se può essere un buon compagno di viaggio e sostituire un navigatore satellitare. Ho preso una staffa con caricatore integrato, ho scaricato due applicazioni, Waze e TomTom navigator, e via.

Display Super AMOLED: fedeltà cromatica e trattamento antiriflesso

Un fattore fondamentale perché uno smartphone possa considerarsi un buon navigatore è sicuramente il comportamento del display attraverso il quale si visualizzano le mappe, gli autovelox e i POI.

Il display del device coreano, come da scheda tecnica, è un Super AMOLED da 5.5 pollici con risoluzione QHD da 2560 x 1440 pixel, matrice Pentlie Diamante con una densità di 577ppi. Le dimensioni, via di mezzo tra i 5.1” dell’S6 Edge e i 5.7” della versione Plus, sono una scelta perfetta che rendono lo schermo ampio e borderless per rendere ben visibili mappe e nello stesso tempo non risulta scomodo nella tasca dei jeans o ingombrante sulla plancia dell’auto. Effettivamente lo schermo curvo rende il device molto ergonomico specialmente durante la navigazione pedestre.

Non solo le dimensioni sono ottimali ma anche la fedeltà cromatica che restituisce non si discute. La luminosità di picco è decisamente alta e anche la definizione c’è tutta (è un Quad HD 2.5K da 2560 x 1440 pixels), e lo percepisco nella lettura delle mappe, sia con Waze (colori meno intensi) che con il TomTom (colori e contrasti più decisi).

Come tutti i top di gamma, Samsung Galaxy S7 Edge ha un sensore che regola l’emissione dello schermo per renderlo leggibile sotto il sole e meno fastidioso al buio, ma quello che permette l’S7 Edge è la personalizzazione di questa regolazione. Lo smartphone memorizza la preferenza di luminosità in ogni condizione, siamo noi a decidere il livello di luminosità che preferiamo quando c’è tanta luce o quando invece si guida di notte con poca luce nell’abitacolo.

Quando ho posizionato l’Edge con la staffa sulla plancia ad una certa distanza in condizioni di luce intensa e in particolari angolazioni lo smartphone si è comportato come un piccolo specchio mostrandomi sullo sfondo le sagome dei passeggeri seduti nei sedili posteriori o la mia immagine riflessa con le mappe sullo sfondo. In condizioni di luce media e al buio nessun effetto specchio.

Rispetto ad altri top di gamma, come il Huawei P9 Plus, il Samsung Galaxy S7 Edge restituisce le mappe senza aggiungere nessuna cornice nera rendendo la visuale più chiara e completa senza togliere pixel utili ai contenuti.

Batteria, Audio e Ricezione: sempre connessi e indicazioni chiare

La batteria integrata è da 3600mAh con sistema di ricarica rapida, anche in modalità wireless. La ricarica completa avviene in circa 80 minuti. La durata della batteria è decisamente buona, si riesce a coprire quasi una giornata, arrivando anche alle 4 ore di display attivo. Questo è fondamentale per chi non ha connettori usb o per quei pochi che ancora non hanno il convertitore jack accendisigari porta usb in auto. Per tutti gli altri il problema batteria non si pone.

La qualità audio sia tramite auricolare (utile per la navigazione pedestre) che tramite lo speaker del device risulta pulito grazie al sistema di soppressione dei rumori.

La ricezione in auto è buona anche se il Samsung Galaxy S7 Edge, visto il corpo in metallo e vetro e nonostante la disposizione delle antenne per facilitare l’aggancio del segnale (anche gps), risulta comunque meno sensibile rispetto a device in plastica.

La ricezione è supportata da reti LTE Cat.9 con velocità massima in download di 450Mbps, da WiFi 802.11 a/b/g/n/ac (2.4/5GHz), Bluetooth 4.2 LE e non manca la funzione MirrorLink per collegare il device ai sistemi di infotainment per auto quando compatibili.

Scheda tecnica: numeri da top di gamma

Sistema: Android 6.0.1 con TouchWiz UX
Display: SuperAMOLED QHD da 5.5″ (2560×1440 pixel), densità 534ppi
Processore: Exynos 8890 octa core da 2.3GHz, 14nm / Snapdragon 820 2.15GHz
GPU: Mali-T880MP12 con supporto Vulkan API
RAM: 4GB LPDDR4
Memoria interna: 32/64GB UFS 2.0 espandibile tramite microSD
SIM Card: nano SIM
Fotocamera posteriore: 12 MegaPixel con Dual Pixel, f/1.7, OIS
Fotocamera anteriore: 5 Megapixel, f/1.7
Connettività: LTE Cat. 9, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac MIMO dual band / Bluetooth 4.2 / NFC / USB 2.0 con OTG
Sensori: Luminosità, prossimità, scanner biometrico, contapassi, cardiofrequenzimetro
Dimensioni: 150.9 x 72.6 x 7.7mm
Peso: 157 grammi
Batteria: integrata da 3600mAh con ricarica rapida e wireless

Conclusioni: S7 Edge può sostituire un PND

Le qualità del Samsung Galaxy S7 Edge come smartphone top di gamma non si discutono, si rasenta la perfezione sia per qualità tecnologiche che per il design. In macchina si può “godere” del display (Super AMOLED QHD) e della qualità cromatica e di dettaglio (densità 534ppi) che restituisce durante la visualizzazione delle mappe e dei percorsi. Molto utile, quando si trova il sistema di infotainment compatibile, la funzione Mirror Link. Peccato per l’effetto specchio con luce naturale intensa nell’abitacolo. Samsung S7 Edge può sostituire un PND tradizionale senza particolari rimpianti.

Pro
Dimensioni display (poca cornice nera intorno alla visualizzazione delle mappe);
Fedeltà cromatica display;
Luminosità personalizzabile.
Contro
Effetto specchio in condizione di luce intensa e particolari angolazioni.

Ultime notizie su Usare smartphone in auto

Tutto su Usare smartphone in auto →