Il ricorso per la multa: come abbassare i costi tra istanza di autotutela e l'iscrizione online al Giudice di Pace

Il ricorso per una multa può avere dei costi che superano l'importo stesso dell'infrazione. Come abbassare i costi? Una soluzione può essere l'istanza in autotutela o la preiscrizione online al Giudice di Pace.

Frustrated Female Motorist Looking At Parking Ticket

Se avete ricevuto una multa che ritenete ingiusta e state pensando di fare ricorso, una delle prime analisi da fare è quella dei costi: conviene tentare la via legale per evitare la multa o pagare direttamente la sanzione? Quanto costa far valere le proprie ragioni? In alcuni casi effettivamente il ricorso per la multa non è una via economicamente conveniente da affrontare, soprattutto se potreste non avere ragione del tutto. Tuttavia ci sono alcune situazioni particolari in cui è possibile abbassare le spese.

L'istanza in autotutela per l'annullamento della multa

Uno dei modi per abbattere del tutto i costi del ricorso è fare una istanza in autotutela per l'annullamento della multa. Se l'ente che ha accertato l'infrazione ha commesso un errore e ha prodotto un atto illegittimo, la multa può essere annullata d'ufficio: non c'è bisogno di un avvocato, basta mandare una richiesta in carta semplice tramite raccomandata A/R indicando qual è l'atto da annullare, il motivo per cui è considerato illegittimo e allegando tutta la documentazione che ben dimostra l'errore.
Fate però attenzione ad alcuni punti:

  • l'istanza in autotutela può essere utilizzata soltanto per errori davvero gravi e conclamati, come ad esempio l'errore di persona, un doppio verbale per la stessa sanzione, la targa sbagliata o se vi viene notificata una sanzione su un veicolo per il quale avete già fatto il passaggio di proprietà prima della commissione dell'infrazione stessa;

  • l'istanza in autotutela non sospende i tempi per la presentazione del ricorso presso il Giudice di Pace o il Prefetto, né quelli del pagamento, quindi se i termini stanno per scadere, dovete decidere cosa fare;

  • una volta presentata l'istanza in autotutela, se non si riceve una risposta non vuol dire che l'atto è stato accolto (non vale il "silenzio assenso"), quindi nuovamente fate attenzione alle tempistiche;

  • cercate di fare attenzione a indirizzare la domanda all'ufficio che ha emesso l'atto, altrimenti, in casi gravi, all'ufficio direttamente superiore. Se l'istanza dovesse essere recapitata a un ufficio sbagliato, il ricevente deve consegnarlo all'ufficio di competenza, rischiando di allungare i tempi.

L'istanza in autotutela è quindi un modo per ridurre i costi nel caso in cui abbiate ricevuto un atto illegittimo, ma bisogna fare attenzione ad usarlo con criterio, senza abusarne o fare i furbi.

La preiscrizione online per il ricorso al Giudice di Pace

Se avete deciso di contestare la multa ricevuta, ma l'errore riscontrato non è tra quelli che consentono l'utilizzo dell'istanza in autotutela, per abbattere un po' i costi potete decidere di intraprendere la strada del ricorso al Giudice di Pace con preiscrizione online. Il ricorso non sarà gratis, ma se effettuerete la preiscrizione da soli potrete risparmiare i costi della prestazione dell'avvocato.

Bisogna fare attenzione a non incappare in un errore comune: come già detto, in questo modo non state facendo un ricorso gratis, ma state procedendo semplicemente alla pre-iscrizione online per facilitare la registrazione dell'atto. Dopo dovrete necessariamente espletare tutte le operazioni di presentazione del ricorso presso la Cancelleria del Giudice di Pace ed effettuare il pagamento del contributo unificato.

Per effettuare il ricorso al Giudice di Pace occorre:

  • effettuare l'iscrizione dell'atto sul sito SIGP@Internet Nazionale, insieme alla nota di iscrizione a ruolo, seguendo le istruzioni della guida del portale;

  • stampare il ricorso e la nota di iscrizione a ruolo con codice a barre, preparare tutti i documenti richiesti da allegare e pagare il contributo unificato;

  • spedire tutto il plico di documenti tramite raccomandata A/R, oppure portarlo di persona all'ufficio del Giudice di Pace. Se avete effettuato la preiscrizione online, avrete una corsia preferenziale per la consegna dei documenti.

Questi due modelli presentati sono i modi per ridurre un po' i costi nel caso in cui abbiate ricevuto una multa non corretta, ma ricordatevi di valutare sempre quale è la convenienza economica e quanto tempo impiegherete: facendo due calcoli a volte vi renderete conto che, per quanto possiate avere ragione, i costi di ricorso potrebbero essere maggiori della sanzione stessa.

  • shares
  • Mail