Nissan: la prima auto venduta con Twitter

L'auto si compra con i social, succede solo in Spagna.

https://twitter.com/escolano twitter-nissan.png

Nissan da tempo strizza l'occhio ai nuovi media per quanto riguarda la comunicazione ed il rapporto con il cliente. La casa giapponese in questi giorni è diventata anche la prima ad aver venduto una vettura usando esclusivamente Twitter.

Il social media dei cinguettii è stato usato dal primo contatto col cliente, fino alla decisione finale di acquistare, avvenuta sei giorni dopo. Le comunicazioni tra la concessionaria galiziana Antamotor e il cliente Raul Escolano, nella loro totalità, sono avvenute sul digitale attraverso Twitter.


Il cliente tramite il suo utente @escolano ha contattato il concessionario una prima volta grazie all’hashtag #compraruncocheportwitter ("compra un’auto su Twitter"), poi non contento, ha alzato il tiro e ha lanciato una sfida ai marchi automobilistici di tutta la Spagna chiedendo di essere aiutato nell’acquisto di un veicolo usando esclusivamente i social media.

L'approccio innovativo quanto estemporaneo dello spagnolo è stato apprezzato da Nissan, che tramite la sua concessionaria Antamotor a La Coruña, ha risposto al signor Escolano e ha spiegato tutte le caratteristiche delle X-Trail sempre utilizzando il Web con uno streaming in tempo reale.

Non finisce qui, l'automobilista ha messo a confronto i modelli rivali in una votazione da perte dei followers che dovevano esprimere una preferenza tra tutte le vetture scelte da Escolano. X-Trail ha sbaragliato la concorrenza con il 43% dei voti.

Per completare l'iniziativa social, le chiavi dell’X-Trail sono state consegnate da remoto tramite corriere direttamente a casa Escolano. La vettura è stata ritirata presso gli uffici della direzione generale di Nissan in Spagna, nel corso del primo incontro di persona tra Nissan e il cliente, avvenuto dopo due mesi dall’inizio del processo di acquisto.

Anche per quanto riguarda il post-vendita, in alcuni mercati, la casa ha diffuso tecnologie come la ‘e-vision', uno strumento di video diagnostica per clienti che desiderano maggior trasparenza e chiarezza sulla manutenzione delle loro auto.

  • shares
  • Mail