Targa System e Autoscan non fanno mai “vittime”

Perchè far passere per “vittime” chi infrange la legge infischiandosene degli altri, è sbagliato.

Ogni giorno arrivano notizie di “stragi” di multe sulle strade italiane. E per una volta, mi viene da dire, “era ora“. No, non mi riferisco agli autovelox messi ad arte per “far cassa“, per i quali combattiamo una battaglia informativa costante su come fare ricorso.

Sono i vari Targa System ed Autoscan, a rivelare una realtà sconcertante: le auto che circolano in tutta Italia senza assicurazione o senza revisione sono decisamente maggiori di quanto pensiamo. L’ultima in ordine di tempo ci arriva dal sito locale BrindisiReport:

Su 60 veicoli controllati stamani… …ben 20 non erano in regola. In particolare in 14 erano privi di revisione (169 euro di multa ed annotazione sul documento di circolazione) e in 4 erano sprovvisti di copertura assicurativa (848 euro di multa a testa con sequestro del veicolo ai fini della confisca).

Si avete letto bene: 20 su 60 in una sola mattina. Da rimanere a bocca aperta, vero? Eppure, leggendo la cronaca locale si parla spesso di vittime del Targa System o dell’Autoscan.

Mi piacerebbe puntualizzare un fatto, e magari sapere se siete d’accordo o meno con me: le vittime “siamo noi” che paghiamo cara l’assicurazione anche per colpa di chi fa il furbo, “siamo noi” che subiamo tempi legali lunghissimi se abbiamo un’incidente con chi non è assicurato o con chi non ha effettuato la revisione.

Una piaga da stroncare senza “se” e senza “ma”, arrivando al punto di dirottare i proventi degli Autovelox per potenziare questi strumenti per il controllo dei veicoli, italiani o stranieri che siano.

Ultime notizie su Sicurezza

Sicurezza

Tutto su Sicurezza →