General Motors e PSA Peugeot-Citroen: nuova partnership in vista?

General Motors ed il gruppo PSA Peugeot Citroen potrebbero ampliare la loro alleanza con una nuova joint venture incentrata probabilmente sul marchio Opel
Peugeot 208

Sembra che General Motors ed il gruppo PSA Peugeot Citroen siano interessati a realizzare una nuova joint-venture per il mercato europeo, ampliando l'alleanza strategica che i due marchi avevano concordato lo scorso marzo. Ancora non è chiaro se l'accordo preveda la vendita di Opel al gruppo francese, l'acquisizione di Peugeot da parte di GM, che ne detiene già il 7%, oppure l'unione dei due gruppi un un solo colosso. L'ipotesi più probabile è quella della cessione di Opel, sembra infatti che General Motors voglia investire 10 miliardi di dollari in questa operazione, tenendo il 30% delle azioni della futura joint venture, potendo concentrare le sue risorse principalmente sul mercato americano, lasciando così Opel a Peugeot-Citroen, pur mantenendone il controllo.

Dopo l'interesse dimostrato da Fiat verso il marchio Opel, e la successiva risposta di General Motors che ha dichiarato che Opel non è in vendita, sembra quindi confermato l'interesse del gruppo americano per quanto riguarda il controllo del brand tedesco, pur lasciandone la gestione nelle mani della possibile futura alleanza. Il Governo francese però potrebbe essere contrario alla possibile fusione, volendo mantenere la nazionalità dei due marchi d'oltralpe evitando una possibile fusione con il gruppo statunitense. Secondo gli analisti, l'unico modo di tagliare i costi per i due gruppi, lavorando divisi, sarebbe quello di chiudere alcuni degli impianti produttivi europei a causa del drastico calo di richieste di nuove vetture sul mercato continentale.

I due gruppi però non hanno ancora commentato nulla riguardo a queste indiscrezioni, riportate da alcune fonti interne che hanno però mantenuto l'anonimato. Secondo alcune ricerche di mercato, General Motors avrebbe perso ben 16 miliardi di dollari negli ultimi 12 anni sul mercato europeo, con una previsione di perdita di 1 miliardo annuale fino al 2021. Peugeot non mostra anch'essa una situazione rosea con 200 milioni di euro di perdita al mese. Se l'eventuale joint-venture dovesse iniziare nei prossimi mesi, secondo quanto trapelato dalle fonti, il nuovo gruppo potrebbe mettersi al lavoro per sviluppare una nuova famiglia di auto compatte, delle berline tre volumi medie, dei crossover compatti, dei piccoli Suv, nuovi motori ad efficienza elevata ed una nuova trasmissione automatica a doppia frizione.

Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208


Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Peugeot 208
Via | La Tribune

  • shares
  • Mail
43 commenti Aggiorna
Ordina: