Uber: nuove soluzioni per facilitare la vita ai propri autisti

Uber decide di semplificare il lavoro dei suoi driver, ma questi, in ogni caso, rischiano di diventare “obsoleti”.

I driver di Uber non hanno vita facile, basta chiedere ad uno qualsiasi di loro per rendersene conto, la flessibilità infatti è importante sul lavoro, ma porta anche degli svantaggi.

La società ha messo in campo di recente una serie di nuove funzionalità della sua app e delle soluzioni in grado di semplificare la vita dei suoi autisti: più controllo sulle richieste di passaggi, multe per le attese troppo lunghe dei passeggeri e persino sconti per l’utilizzo della piattaforma.

uber-ottimizza-viaggio.png

Proprio in questi giorni, Uber ha ampliatp la sezione destinazioni, una soluzione che permette ai driver d’organizzare meglio le proprie rotte per recuperare o far scendere i propri passeggeri nei punti desiderati.

Le auto lungo una determinata rotta, possono far conoscere al server il proprio tracciato e questo provvederà a trovare altri passeggeri lungo il percorso e al contempo, attiverà dei filtri per le chiamate fuori zona.

Sarà possibile inoltre per gli autisti mettere in attesa una richiesta di passaggio, una soluzione utile per esempio per una commissione improvvisa, una chiamata telefonica, oppure un semplice “bisogno fisiologico” impellente. In questo modo, l’autista potrà rifiutare una chiamata senza impatti negativi sul proprio rating.

uber-itinerario.png

A New York, New Jersey, Phoenix, e Dallas, la società prevede già ora delle piccole multe per i passeggeri che fanno aspettare gli autisti per più di due minuti, questa politica sarà estesa ad altre 12 città. In aggiunta, il servizio ha in mente anche di fornire una carta ricaricabile (in partnership con GoBank) che permetterà ai suoi dipendenti d’ottenere in maniera immediata i pagamenti. Altra novità è la creazione di 250 punti in tutto il mondo che forniranno supporto e soluzioni agli autisti.

Considerati gli annunci sull’auto a guida automatizzata, che permetterà ad Uber una vera e propria svolta, possiamo ipotizzare che il servizio intende avere meno problemi possibili con i propri autisti (basta cercare su Facebook le pagine dedicate per rendersi conto della reale dimensione di questo fenomeno), fino a quando questi non saranno considerati “obsoleti” per il proprio modello di business, con tanti saluti a chi riteneva questo servizio importante anche per i posti di lavoro che ha creato fino ad oggi.

Ultime notizie su Uber

Tutto su Uber →