Uber: prove tecniche di guida autonoma

Uber dalle polemiche dei taxisti alle auto a guida autonoma: cosa c'è di vero?

uberfordfusion01.jpg

Uber ha investito e sta investendo molto nello sviluppo di software e tecnologie per la guida autonoma, una compagnia che punta molto sull'arrivo di questa nuova tecnologia per il proprio business e per uscire dal limbo giurisdizionale nel quale si trova.

Il recente scioglimento della partnership con Google non sembra però aver arrestato l'esuberanza dell'azienda di car pooling. Recentemente per le strade di Pittsburgh, è stata avvistata una Ford Fusion by Uber bardata con sensori, radar, telecamere ad alta definizione e dispositivi di posizionamento. A quanto pare la vettura dovrebbe mappare le strade della città della Pennsylvania e quindi a sviluppare un software che possa permettere all'auto di percorrere le strade della città in tutta sicurezza.

Il collaudo dell'auto era stato annunciato poco prima proprio sulla newsroom di Uber, che "avvertiva" gli abitanti di Pittsburgh di prepararsi all'incontro con il peculiare modello d'auto. Sono poche ore che questo prototipo è su strada e lo sviluppo durerà a lungo ma già si aspettano modelli analoghi in altre città degli Stati Uniti.

Un monito per i concorrenti? Potrebbe essere, l'unica cosa certa è che Uber non si ferma nel suo sviluppo anche dopo il divorzio con Google, e che secondo l'azienda Californiana la guida autonoma sarà la soluzione alla maggior parte degli incidenti e delle congestioni del traffico cittadino. Non ci resta che aspettare e vedere se lo sviluppo porterà i risultati sperati.

  • shares
  • Mail